AFRAID OF DESTINY
“Agony”

Nato inizialmente col nome di Vitam Nihil Est nel febbraio del 2011, il progetto del polistrumentista veneto Adimere, si è sviluppato in maniera più concreta solamente un anno dopo, con il cambio di monicker nell’attuale Afraid Of Destiny. In tale nuova forma, Adimere rilascerà nel 2013 ben tre lavori: un demo, uno split a tre nel quale sono state inserite anche le prime registrazioni sotto il nome di Vitam Nihil Est e l’altro suo progetto Neoclassical Suicide, nonché il primo full-lenght dal titolo “Tears Of Solitude”. Ci vorranno poi altri quattro anni per portare a compimento questo “Agony”, sebbene Adimere abbia comunque continuato a pubblicare del nuovo materiale, di cui cito giusto lo split fatto insieme agli About Abortions, nostre vecchie conoscenze su queste pagine.

Rilasciato dall’etichetta americana Razed Soul Production, questo nuovo album vede anche l’inizio della collaborazione di Adimere con R.F. in qualità di vocalist. Ma dopo tutte queste chiacchiere, che cosa propongono in realtà questi Afraid Of Destiny? Beh, senza nemmeno ascoltarli, basta dare un breve sguardo alla cover ed alla tracklist per intuire facilmente che il genere in cui si cimentano non può che essere il Depressive Black Metal. Adimere non inventa infatti praticamente nulla di nuovo, accostandosi in maniera prettamente ortodossa a quelli che sono i dettami tipici del genere. Ecco quindi trovare le tipiche vocal disperate, gli arpeggi distorti, le ripetizioni ipnotiche e qualche sfuriata Black fare capolino ogni tanto. Nonostante non si tratti di un lavoro in grado di sconvolgere il genere, c’è da dire che quando Adimere azzecca la melodia portante, il brano funziona alla grande. Esempi dove ciò avviene sono la lunghissima “Rain, Scars, And The Climb” o la più compatta “Hatred Towards Myself”. Certo, un paio di tracce sono a mio avviso abbastanza anonime, ed il suono della drum machine è in diversi passaggi decisamente brutto, come ad esempio nella cover dei Lifelover, sebbene risulti comunque in qualche modo funzionale al disco. Insomma, tirando un po’ le somme di questo “Agony”, non posso che dare un giudizio più che sufficiente per questi Afraid Of Destiny, fieri interpreti del Depressive.

BRIEF COMMENT: “Agony” is the second full-lenght from Afraid Of Destiny, the project led by Adimere, who takes care of all the instruments. Looking at the cover and at the tracklist, it’s quite easy to guess that he plays an orthodox Depressive Black Metal. So, in this release you can find all the typical cliches of this genre, with some good ideas, especially when Adimere is able to create a powerful main tune, resulting in intense and dramatic songs.

Contatti: Facebook
Etichetta: Razed Soul Productions
Anno di pubblicazione: 2017
TRACKLIST: 01. Intro; 02. A Journey Into Nothingness (Part 1); 03. A Journey Into Nothingness (Part 2); 04. Rain, Scars, And The Climb; 05. Autumn Equinox (Ft. Atom Krieg); 06. Hatred Towards Myself; 07. Into The Darkness; 08. Sweet Illness Of Mine (Lifelover Cover)
Durata: 19:43 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.