AKERBELTZ / WAFFENTRÄGER LUZIFERS / NEBRUS
“Slaughtered Whores Of Satan”

“Slaughtered Whores Of Satan” è un 3-way split nato dalla collaborazione tra ben tre etichette, le tedesche Total Death Records e Schattenkult Produktionen, con il supporto della misconosciuta Unholy Grave Procession. In questo split si scontrano altrettante nazioni diverse, con i nostrani Nebrus a tenere alta la nostra bandiera tricolore, alle prese con altrettanti modi di poter interpretare il Black Metal.

A dare fuoco alle polveri ci pensa il veterano Akerbeltz, che con il suo progetto solista ha alle spalle quasi venti anni di attività e ben cinque full-lenght, l’ultimo dei quali, “Infernuko Erreka”, risale al 2010, presentando in questa occasione ben tre nuovi brani ed un intro di apertura. “Extreme Unction” parte subito a razzo con un sound veloce, brutale e senza compromessi, che si muove in territori molto vicini al territoro Metal Of Death. “Medieval Curse” rallenta leggermente i tempi, mostrando anche una ritmica di stampo Thrash, che poi nel finale sfocia in un Black tiratissimo in cui fanno la loro comparsa anche un assolo di chitarra allucinato e strani arpeggi dissonanti di chitarra distorta. Chiude “Ritual Assassination”, che dopo un breve inizio in mid-tempo, accellera in maniera spaventosa riprendendo sonorità in stile primi Immortal, per poi arrivare ad un bel riff molto atmosferico, ottimamente sorretto da alcuni contrappunti di basso.

La palla ora al duo tedesco Waffenträger Luzifers, composto da R.Z. Totenwache (basso e batteria) ed il compare T.S. Holocaust (chitarra e voce). Il mantra ipnotico di “Master Satan” mostra subito di che pasta è composto il duo, ossia un marcissimo Black’n’Roll dalle marcate influenze Punk. I suoni sono estremamente scarni e il songwriting ridotto all’osso, ma il concetto di Raw Black Metal è ben interpretato dai Waffenträger Luzifers e dallo scream di T.S. Holocaust, decisamente convincente. Non so se comprerei un loro full-lenght, ma le quattro tracce presenti in questi split mi sono comunque rimaste in testa, con la palma del migliore brano alla motörheadiana “Shut Up Bastard & Die”.

Il compito di chiudere questo “Slaughtered Whores Of Satan” tocca ai nostrani Nebrus, duo toscano già ospitato sulle nostre pagine, che in questa occasione presentano tre brani inediti. Già dall’iniziale “Lifedefilers”, si nota subito come il sound dei Nebrus sia decisamente lontano dal Raw Black di Akerbeltz, o dal marcio Black’n’Roll dei Waffenträger Luzifers. La produzione è decisamente più curata e rifinita, con lo stile che ricalca molto quanto visto nel loro full-lenght “From The Black Ashes”, ossia un solido riffing di stampo darkthroniano a cui si aggiunge quel feeling Depressive scaturito dagli arpeggi distorti di Mortifero. “Plaguemaster” risulta essere un pochino anonima, nonostante Nocturia sciorini tutto il suo campionario di vocalizzi. Ma il bello arriva proprio nella conclusiva “Blackera”, in cui i Nebrus, pur rimanendo in pieno territorio Depressive, mostrano tutta la loro abilità nel saper affrontare e dominare un genere musicale così asfittico e ipersvalutato, evidenziando come le vocal di Noctuaria siano ormai pienamente maturate, cosa che, sommata alle sue capacità interpretative, ne fanno una delle miglior vocalist italiane.

Insomma, uno split decisamente interessante questo “Slaughtered Whores Of Satan”, nel quale le tre realtà partecipanti si mostrano con una serie di brani di buon livello qualitativo. Difficile dire quale band risalti di più tra i solchi della release, date le enormi differenze di stili presenti. Gli Akerbeltz sono quelli più duri da digerire, visto che per entrare nel loro mondo è necessario prima assimilare il caos della sua produzione. Anche il marcio Black’n’Roll dei Waffenträger Luzifers, pur nella sua semplicità e, diciamo, anche banalità, è molto coinvolgente, segno che il duo tedesco sente molto queste sonorità. Per quanto riguarda i Nebrus, i nostri mantengono sicuramente alta la loro rispettabilità. “Lifedefilers” e soprattutto “Blackera” sono dei brani di alto livello, sebbene lo stile mostrato segua fedelmente quanto fatto dalla band nel loro precedente “From The Black Ashes”. Come ho già scritto poco sopra, Noctuaria risulta ulteriormente maturata come vocalist, aumentando perciò il mio interesse su un nuova release firmata Nebrus.

BRIEF COMMENT: “Slaughtered Whores Of Satan” is a 3-way split born by the collaboration of three bands, each playing different styles of Black Metal. From Akerbeltz‘s Raw Black Metal to Nebrus‘s Depressive and through Waffenträger Luzifers‘s Black’n’Roll, this split shows a set of good songs that let listeners explore different ways of performing this genre.

Contatti: Akerbeltz, Waffenträger Luzifers, Nebrus
Etichetta: Schattenkult Produktionen
Anno di pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Akerbeltz – Shadow Keeper; 02. Akerbeltz – Extreme Unction; 03. Akerbeltz – Medieval Curse; 04. Akerbeltz – Ritual Assassination; 05. Waffenträger Luzifers – Master Satan; 06. Waffenträger Luzifers – The Devils Night; 07. Waffenträger Luzifers – Rattenplage; 08. Waffenträger Luzifers – Shut Up Bastard & Die; 09. Waffenträger Luzifers – Sado Sathanas; 10. Nebrus – Lifedefilers; 11. Nebrus – Plaguemaster; 12. Nebrus – Blackera
Durata: 44:44 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.