ALESSIO PREMOLI
“Even Silence Has Gone”

Dopo l’interessante raccolta di brani in bilico tra Ambient e Noise pubblicata sotto con il nome Chelidon Frame, il chitarrista milanese Alessio Premoli ritorna sulle nostre pagine virtuali con questo “Even Silence Has Gone”, lavoro che questa volta esce a suo nome. Come fu per “Framework”, anche questa nuova uscita discografia è una specie di raccolta di vari brani, composti nel corso dell’ultimo triennio ed utilizzati per altri progetti musicali, che in questa sede vengono riarrangiati in maniera tale da far risaltare quell’anima acustica ed intimista che contraddistingue i concerti dal vivo del suo autore. Sebbene Alessio suoni praticamente quasi tutto in questo lavoro, è comunque supportato dal bassista Luca Cirio, lead vocalist anche nell’unico brano cantato “Another Place”, e dalla batterista Ludovica Pirillo, nonché da tutta una serie di ospiti che portano il proprio contributo in diverse tracce del disco. L’opener “Barefoot In The Morning” presenta subito un bell’arpeggio di chitarra acustica, che richiama molto come stile quello di Danny Cavanagh, che si sviluppa in una sorta di ritmo di flamenco dai toni crepuscolari e la cui melodia portante è sorretta dal lavoro della chitarra distorta. “An Ocean Under The Ocean” è invece un delicato affresco Folk fatto di sole chitarre acustiche, che richiama proprio alla mente la visione di una spiaggia deserta con uno splendido tramonto all’orizzonte. Alessio prosegue nel suo viaggio interiore con la malinconia di “Breathe”, andando poi a ridestare bruscamente l’ascoltatore con l’indiavolata “Three Lines”, traccia Folk dalle forti influenze Led Zeppelin di “Vol. III”. E’ il turno poi del violoncello di Giulia Libertini, che accompagna Alessio nella delicata “Hoarfrost”, il brano che più di tutti si avvicina alle ultime produzioni dei fratelli Cavanagh. “Untitled #1” riprende molto le atmosfere crepuscolari di “An Ocean Under The Ocean” e le arricchisce con dei bellissimi interventi di oboe e tromba da parte di Riccardo Feroce, mentre “Painted Desert” richiama il mood oscuro del brano iniziale, accentuando molto lo stacco tra parte arpeggiata e ritmo di flamenco. “Shipwrecks In Your Eyes” è un’altra traccia dall’elevato tasso emozionale, carica di malinconia per un amore appena perduto da cui emerge anche lo spettro degli Anathema di “Alternative IV”. “Old Tjikko” preannuncia l’avvicinamento della conclusione dell’album, con un breve ma vivido affresco che ricorda le escursioni Ambient del progetto Chelidon Frame, che ritroviamo poi in “Another Place”, come detto l’unica traccia cantata del disco. Anche qui, l’influenza degli Anathema è piuttosto palese, e pur nella sua semplicità, il brano colpisce comunque nel segno grazie ai suoi arrangiamenti soffici e delicati. Insomma, non credo che servano molti altri commenti aggiuntivi dopo questa analisi track-by-track. Questo “Even Silence Has Gone” è stato una bellissima sorpresa, capace di farmi trovare brani ricchi di pathos e di atmosfere che ben si sono accordate col mio stato d’animo, raggiungendo l’apice in “An Ocean Under The Ocean”, “Untitled #1” e nella malinconicissima “Shipwrecks In Your Eyes”. Non posso quindi che concludere consigliando fortemente questo “Even Silence Has Gone” a tutti gli amanti della buona musica. Se poi considerate che è disponibile su Bandcamp, allora capite bene che l’ascolto è quasi un obbligo.

BRIEF COMMENT: After the Ambient/Noise experience with Chelidon Frame, Alessio Premoli is now back with his self titled project, releasing an album mainly focused on an Ambient/Folk approach. The final result is “Even Silence Has Gone”, a bewitching work with ten songs full of pathos and atmosphere. Don’t miss it.

Contatti: Facebook
Etichetta: Self-released
Anno di pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Barefoot In The Morning; 02. An Ocean Under The Ocean; 03. Breathe; 04. Three Lines; 05. Hoarfrost; 06. Untitled #1; 07. Painted Desert; 08. Shipwrecks In Your Eyes; 09. Old Tjikko; 10. Another Place
Durata: 34:24 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.