ANCESTORS BLOOD
“A Moment Of Clarity”

Provenienti dalla piccola città finlandese di Laitila, gli Ancenstors Blood sono praticamente una band composta per tre quarti da membri dei Kadotus, realtà Black Metal abbastanza nota nell’ambiente Underground finnico, a cui si aggiunge il tastierista E. Heinonen a completare la line-up. Nonostante una storia discografica che ha da poco superato il decennio, gli Ancestors Blood possono contare su un solo full-lenght precedente a questo “A Moment Of Clarity”, ossia “Return Of The Ancient Ones” del 2008 per conto dell’etichetta ucraina Hammermark Art. Per il resto, la band finlandese è stata autore di ben quattro demo, raccolti poi nella raccolta del 2009 “A Dark Passage From The Past”, un EP ed uno split con gli ungheresi Hunok.

Dopo una intro formata da lugubri synth e qualche leggera percussione nel sottofondo, tocca alla lunga “Legend Of The Horizon” il compito di schiudere all’ascoltatore il mondo sonoro creato dagli Ancenstors Blood, il tutto attraverso un imponente wall-of-sound di chitarre zanzarose di chiaro matrice Est-Europea, deliziose melodie sognanti guidate dai synth ed il growl (molto) riverberato di Raud a fare da Caronte. Già dal semplice ascolto di questo brano risulta subito palese come tra i principali punti di riferimento della band ci siano i Nokturnal Mortum, mentre nella successiva “Ancestors Blood (Part II)” si evidenzia anche l’altro importante pilastro su cui poggia il sound degli Ancenstors Blood, ossia i Dimmu Borgir del loro capolavoro “Stormblast”, le cui atmosfere sognanti, e gli stessi suoni dei synth, vengono ricreate in maniera molto simile dal quartetto finlandese. La stessa “From The Ruins”, il cui inizio dal tempo cadenzato e con la voce ora gracchiante di Graud, sembra uscire direttamente da quello che viene considerato uno dei capolavori dei maestri norvegesi.

Il modo migliore per considerare “A Moment Of Clarity” è quello di immaginarlo un grosso monolite, i cui dettagli emergono molto lentamente per successivi ascolti. Il merito di questa particolare peculiarità della band è dovuto alla sua produzione, che ad un primo ascolto può sembrare quasi caotica, ma che in seguito porterà a rilevare le interessanti atmosfere eteree e sognanti di cui il gruppo finnico abbonda. Certo, siamo lontani dall’avere tra le mani un capolavoro, ma altresì è innegabile che questo “A Moment Of Clarity” sia comunque un bel lavoro sopra la media, a cui forse manca solo il classico brano killer per conquistare totalmente l’ascoltatore. Ma forse, da una parte è anche giusto così, poichè altrimenti si sarebbe perso uno dei suoi pregi, ossia l’estrema omogeneità del disco. Band da seguire.

BRIEF COMMENT: Finnish Ancestors Blood make a Pagan Black Metal heavily influenced by Nokturnal Mortum and Dimmu Borgir‘s “Stormblast”, with a sound that lives between the chaotic guitar wall-of-sound and the ethereal melodic tunes crafted by their keyboarder E. Heinonen, creating in this way a very interesting and dreamy mix.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: Heidens Hart Records
Anno di Pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Intro; 02. Legend Of The Horizon; 03. Ancestors Blood (Part II); 04. From the Ruins…; 05. A Moment Of Clarity; 06. Ritual Of The Sacred Dance; 07. Puu Iänikuinen; 08. Outro
Durata: 41:24 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.