ANCIENT SPELL
“Forever In Hell”

Dopo qualche settimana dalla recensione della ristampa di “Ash” del grande Paul Chain, ritorno a parlare della Minotauro Records grazie a questi Ancient Spell, un fangoso quartetto losangelino che giunge con “Forever In Hell” al secondo lavoro sulla lunga distanza nell’arco di pochi anni. Capeggiati dall’imponente vocalist Donnie Marhefka, gli Ancient Spell escono fuori, come detto, dal ribollente underground californiano, proponendoci un Heavy Doom dalle sonorità fortemente retrò emananti uno stordente odore di zolfo. La stessa band non nasconde un amore incondizionato per i Black Sabbath dell’era Ozzy, che in effetti costituiscono la spina dorsale del loro wall-of-sound, basti sentire la pachidermica “Fall Of Humanity” e le sue armonizzazioni di chitarra che richiamano neanche troppo velatamente quelle della mitica “A National Acrobat”. Su queste solide basi, gli Ancient Spell aggiungono poi una massiccia dose di metallo fuso tipicamente ottantiana, drogato con qualche piccola iniezione di elementi Thrash (“Eternal Embers”). La produzione, robusta e compatta e ad opera della stessa band, permette di generare un sound potente ed allo stesso tempo oscuro, dando anche risalto all’incisivo lavoro al basso di Jeff Clark. Ovviamente gli Ancient Spell non inventano nulla di nuovo, ma quello che esce fuori da questo “Forever In Hell” è un lavoro onesto e genuino, dal quale emerge prepotentemente un amore incondizionato per un certo tipo di sonorità, ed una manciata di pezzi decisamente convincenti quali “Cease To Exist” e la Sabbathiana “Fall Of Humanity”. L’unico aspetto che continua a non convincermi pienamente sono le vocal di Marhefka, una specie di screaming cavernoso primordiale, purtroppo non ci sono altri aggettivi per descriverlo, che alla lunga mi è risultato alquanto fastidioso. Insomma, c’è ben poco altro da aggiungere su “Forever In Hell”, un disco dalle sonorità in tutto e per tutto retrò che farà felici ogni amante dell’Heavy Doom di scuola Black Sabbath.

BRIEF COMMENT: In its second full length “Forever In Hell”, four-pieces band Ancient Spell mixes the typical Black Sabbath riffing with some classical elements of ’80s Heavy Metal. The final result is a pretty good example of a genuine and powerful Heavy Doom with a bunch of interesting tracks such as “Cease To Exist” and “Fall Of Humanity”. The only disappointing feature that doesn’t fully convince me is Marhefka‘s vocal, a particular screaming that doesn’t always fit the songs in the best way.

Contatti: Facebook
Etichetta: Minotauro Records
Anno di Pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Under Your Spell; 02. Cease To Exist; 03. Fall Of Humanity; 04. Beyond The Gates; 05. Eternal Embers; 06. Black Flame Ritual; 07. March To Your Grave.
Durata: 37:01 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.