ANGUISH DIMENSION
“Children Of The Wolves”

Dietro questo progetto a nome Anguish Dimension, si cela nient’altro che il musicista romagnolo Alessandro Bucci, di cui abbiamo ampiamente parlato in passato a proposito della sua altra creatura Donnie’s Leach 88 e soprattutto della serie di Ambient elettronico denominata “Maka Isna”. Questa volta il nostro, insieme al collega romano Hugo Spezzacatene, tenta di dare vita a strane e nuove contaminazioni di Black Metal atmosferico con “Children Of The Wolves”, EP d’esordio autoprodutto uscito lo scorso agosto e disponibile per l’ascolto ed il download sulla pagina Bandcamp del gruppo. Sin dalla prima traccia, “Inside The Camp Of Death”, si nota un approccio alla produzione decisamente low-fi, fatto di chitarre estremamente zanzarose e con una drum machine piuttosto invadente. Anche le stesse vocal, di cui non viene specificato l’autore, contrastano spesso in maniera eccessiva col tessuto musicale, risultando spesso anche un pochino fastidiose. Insomma, una scelta piuttosto strana, soprattutto conoscendo la precisione e pulizia sonora presente negli altri lavori a firma Bucci. A livello musicale, gli Anguish Dimension inseriscono su una base di Melodic Black, che ricorda vagamente a tratti i Dimmu Borgir di “Stormblast” ma anche i Naglfar di “Vittra”, azzardati passaggi elettronici (“Candles In The Dark”), squadrati andamenti ritmici dal sapore marziale (“Pure Adrenalyne”) o malinconiche visioni melodiche (la strumentale “The March Of Anguish”). Tuttavia, pur possedendo qualche spunto interessante, non sono rimasto molto colpito da questo nuovo progetto di Alessandro Bucci. Sicuramente la pessima produzione e delle vocal non proprio importanti hanno giocato un ruolo decisivo in questo mio giudizio, però è anche vero che mi sarei aspettato una maggiore vocazione verso lidi più sperimentali. Da rivedere, anche se il recente abbandono di Bucci potrebbe aver già messo la parola fine a questa esperienza.

BRIEF COMMENT: With its debut EP “Children Of The Wolves”, italian project Anguish Dimension has tried to create a somehow odd Black Metal in the vein of “Stormblast” or “Vittra” merged with Electronic influences. The result is not so memorable due to poor vocals and weak drum machine parts that stand out in a way too sloppy low-fi production.

Contatti: Bandcamp
Etichetta: Self-released
Anno di pubblicazione: 2016
TRACKLIST: 01. Inside The Camp Of Death; 02. Candles In The Dark; 03. Pure Adrenalyne; 04. The March Of Anguish; 05.
Soldier’s Agony – Normandia; 06. Mountains
Durata: 24:50 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.