ANTONELLO GILIBERTO
“Journey Through My Memories”

Avevamo lasciato il maestro Giliberto col promettente debutto “The Mansion of The Lost Soul”, un lavoro in cui uno Speed Metal figlio dei Cacophony si arricchiva di un solismo neoclassico direttamente discendente dal miglior Malmsteen. Nonostante l’ottimo riscontro avuto con tale opera, Giliberto non è assolutamente rimasto con le mani in mano, andando infatti ad ampliare il suo già ricco curriculum con collaborazioni di tutto rispetto, come gli E-Force, gruppo Thrash francese capitanato dall’ex-Voivod Eric Forest, o i mitici Schizo, con i quali rivestirà il ruolo di session live per il tour di supporto al loro album “Rotten Spiral”. Ma veniamo al qui presente “Journey Through My Memory”. Innanzitutto, c’è da registrare che questo nuovo lavoro vede alla spalle la presenza sia di un’etichetta importante come la Minotauro Records, sia di una vera e propria band di supporto al buon Antonello. E che band! Infatti, dietro le pelli siede l’ultra referenziato John Macaluso, e al basso un mostro di tecnica come Dino Fiorenza.

Registrato a Catania presso i Dupin Studios, questo “Journey Through My Memory” prosegue coerentemente quanto fatto nel precedente “The Mansion of The Lost Soul”, sebbene si possa notare una decisa virata verso lidi più melodici e con qualche accenno anche a sonorità più sinfoniche (“Endless Labyrith”, la stessa title-track con delle marcate influenze Rhapsody Of Fire e “And Won Their Freedom”). Ovviamente la produzione si dimostra notevolmente migliorata, permettendo a Macaluso e soprattutto al buon Dino di sciorinare tutta la propria tecnica, mentre la chitarra di Antonello continua a mantenere un suono più ruvido e grezzo, caratteristica che apprezzai molto sul suo predecessore, per la sua capacità di donare un suono più sanguigno e sentito. Forse qualcosina di più si poteva fare sulla chitarra ritmica, magari donandole un suono più compresso, ma è anche vero che con un bassista del calibro di Dino Fiorenza, la chitarra ritmica perde molta della sua importanza. La prima metà del disco si mostra di alto livello, grazie ad una serie di brani di Power Speed iper-adrenalinici arricchiti dai barocchismi solisti di Giliberto e Fiorenza. Le superlative title-track e “First Day Lights At The Monastery” sono però diverse da “Enigma Of Eternal Night”, un delicato affresco acustico sorretto anche da un tappeto di synth ed una voce femminile. Purtroppo, devo però riscontrare che la seconda parte del disco non riesce a mantenersi sugli stessi alti picchi qualitativi, fatto che credo sia imputabile alla volontà di Antonello di voler sperimentare queste sonorità più epiche e sinfoniche, che a mio parere appesantiscono troppo le tracce, richiamando, come detto, in più di un caso i Rhapsody Of Fire. Con “Flying With The Dragon”, Antonello prova invece ad incupire le atmosfere con un brano molto debitore agli ultimi Symphony X, con un risultato che non mi ha convinto pienamente, anche per l’utilizzo non proprio originale dei cori. Molto meglio “Perfect Dream”, dotata di una serie assoli e melodie avvincenti, e la conclusiva “The Art Of Ending”, nella quale Antonello mostra tutta la sua abilità anche alla chitarra classica.

Insomma, nonostante qualche colpo andato a vuoto, “Journey Through My Memory” è un netto passo in avanti per Antonello, che giustamente si è anche preso qualche rischio al fine di trovare nuovi sbocchi per la sua musica. Non so se la svolta epico-sinfonica sia la cosa giusta da fare, perché per il momento il suo Power-Speed ricco di barocchismi è ancora per il sottoscritto la parte migliore del suo repertorio; se poi turnisti di livello come Fiorenza e Macaluso sono lì a dargli manforte c’è ben poco altro da dire. Welcome back!

BRIEF COMMENT: After his interesting debut, “The Mansion of The Lost Soul”, sicilian guitar virtuoso Antonello Giliberto comes back with “Journey Through My Memories”, this time supported by a real band, featuring John Macaluso on drums and Dino Fiorenza on bass. The overall result is a good album in which Power Speed tracks, the best ones, are alterneted with others more epic-symphonic oriented. Surely worth a listen.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: Minotauro Records
Anno di Pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Demeter; 02. Endless Labyrinth; 03. Journey Through My Memory; 04. Enigma Of Eternal Night; 05. First Day Lights At The Monastery; 06. Avalon’s Darkness; 07. And Won Their Freedom; 08. Perfect Dream; 09. Flying With The Dragon; 10. The Art Of Ending
Durata: 51:34 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.