APOSENTO
“Aposento”

Non devono aver avuto vita facile gli spagnoli Aposento, poiché, pur essendo attivi dal lontano 1990, il numero di release da loro pubblicate si può contare sulle dita di una mano. Infatti, dopo un primo periodo di formazione, culminato con l’uscita di due demo e dell’EP “Welcome To Darkness” del 1997, la band si scioglie, per poi riformarsi dopo ben quindici anni nel 2012, affacciandosi prontamente sul mercato con un nuovo EP dal titolo ironicamente autoreferenziale quale “Retorno A La Muerte”, che frutterà poi il contatto con la label spagnola Xtreem Music che licenzierà nel maggio di quest’anno il tanto agoniato debutto sulla lunga distanza, chiamato quindi simbolicamente “Aposento”.

Ascoltando il disco, si nota subito come la band spagnola sia praticamente rimasta agli anni ’90 ed allo scoppio della scena Death Metal della Florida, sia come sound, con le innegabili influenze di gruppi come Morbid Angel, Cannibal Corpse e Deicide, sia come produzione, con chitarre molto compresse, batteria lanciata in un tupa tupa continuo e growling vocal profondissime. Se da un lato questo voler rimanere avvinghiati a tutti i costi ad un passato glorioso potrebbe far la felicità di qualche nostalgico, dall’altra la band non riesce ad andare oltre una onesta riproposizione di riff e ritmiche ampiamente prevedibili, alla quale si aggiunge la strana scelta di non mettere in risalto i diversi assoli atonali di chitarra, lasciandoli ultrariverberati e quasi in disparte rispetto al resto degli strumenti. Tuttavia, devo ammettere che si arriva a fine disco senza problemi (“Muerte Lenta” e “Mutiladora Genital” possiedono un buon tiro), segno che la band conosce bene le basi del generi, anche se bisogna rimarcare come gli Aposento, nonostante la grossa esperienza che si portano dietro, non siano riusciti a lasciarci sopra la propria impronta.

BRIEF COMMENT: Although Aposento is one the oldest Spanish Death Metal band being founded in 1990, this self-titled album is their first full-lenght due to a long silence of fifteen years that followed the release of two demo and an EP on early 90s. Aposento‘s sound is still anchored to the glorious 90s, proposing a Death Metal strongly influenced by Morbid Angel, Cannibal Corpse and Deicide. The final result is an honest and quite predictable release, though some tracks are quite good for a sane headbanging.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: XTREEM Music
Anno di Pubblicazione: 2014
TRACKLIST: 01. Aliens – Seres Del Más Allá; 02. Hijos Del Caos; 03. Muerte Lenta; 04. La Valla; 05. Mutiladora Genital; 06. Avaricia; 07. Sacrilegio Consumado; 08. Inquisidor De Un Falso Profeta; 09. Alma Condenada
Durata: 37:11 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.