ATHANOR
“Wagons Of Doom”

Tra il vasto e profondo sottobosco italiano che stiamo pian piano portando alla luce con la nostra zine, oggi andiamo a parlare dei molisani Athanor. Capitanati dal cantante/chitarrista Lord Of War, gli Athanor sono un trio che può vantare una lunga esperienza, costellata anche da una discografia piuttosto nutrita, nella quale spiccano ben due full-lenght, “666% Necrotic Black Metal” del 2007 ed il più recente “Darkness, Hate and Cosmic Holocaust”, uscito per conto della messicana Satanic Records. Tra l’altro, c’è anche da far notare che i tre membri della band sono impegnati anche in altri progetti musicali, tra cui citiamo giusto Dawn Of A Dark Age e Oltretomba, dal momento che saranno prossimamente oggetto di future recensioni su questa zine.

Nella recensione in questione andiamo ad analizzare l’EP “Wagons Of Doom”, uscito la scorsa estate per conto della Mystic Prods., e disponibile anche in download gratuito presso il sito ufficiale della band. Non conoscendo nulla delle precedente produzione degli Athanor, ovviamente il mio giudizio sarà limitato a quanto ascoltato in questo breve lavoro e quindi potrebbe non riuscire a descrivere e a giudicare perfettamente il sound della band molisana. Tuttavia, osservando la cover in bianco e nero dell’EP, si può già pensare ad un gruppo che guarda indietro nel tempo, proponendo un sound che va a pescare alle radici più pure del Black Metal, partendo si da quello tipico scandinavo, ma senza dimenticare i suoi illustri progenitori svizzeri, ossia il leggendario duo Hellhammer/Celtic Frost. Infatti, il tipico schema adottato dal trio sembra essere, almeno nelle prime due tracce, ossia la title-track e “New Order’s Lord”, quello di inserire riffoni di cupo Heavy Metal in un contesto Black più canonico. La traccia più elaborata ed interessante del disco è invece la successiva “Opus Diaboli”, che inserisce, oltre lunghe partiture strumentali, anche alcuni elementi Doom. La conclusiva “Human Rotteness From Hell” si apre invece brutalmente con un riffone classicamente Death, per poi accelerare con una serie di riff in tremolo più classicamente Black, lasciando anche spazio a diversi intermezzi, tra cui un solo di chitarra, che strizzano l’occhio al Thrash. Un brano che frulla insieme diversi generi in pochissimo tempo, con un risultato finale alquanto interessante.

Il sound degli Athanor è insomma privo di orpelli, fatto di chitarre abrasive, una batteria lineare, ma dotata di un discreto groove, ed un basso di sostegno, ma comunque sempre in primo piano. Le vocal di Lord Of War tendono più al growl che al classico screaming Black, rimanendo comunque sempre ben all’interno del pezzo. Andando a tirare un po’ le somma, pur avendo apprezzato lo stile retrò proposto dal terzetto molisano, le quattro tracce proposte in questo “Wagons Of Doom” non hanno colpito particolarmente la mia attenzione, ritenendole purtroppo alquanto derivative ed avare di grossi spunti di interesse, con la parziale eccezione della conclusiva “Human Rotteness From Hell”. Certo, mi preme ripeterlo nuovamente, non voglio bocciare in toto un gruppo con diversi lustri alle spalle solamente dall’ascolto di un breve EP, ma in questa sede la band non mi ha convinto molto. Spero che in futuro possa arrivare del nuovo materiale che mi faccia cambiare repentinamente idea sugli Athanor.

BRIEF COMMENT: “Wagons Of Doom” (free download here) is an EP in which italian 3-pieces Athanor shows a raw Black Metal with many influences from the Helvetian masters Hellhammer and Celtic Frost. The best effort of this release is surely the closing track “Human Rotteness From Hell”, in which the band merges together Black Metal, Death Metal and some blink of Heavy and Thrash, obtaining an interesting result.

Contatti: Sito ufficiale
Etichetta: Mystic Prods.
Anno di Pubblicazione: 2014
TRACKLIST: 01. Wagons Of Doom; 02. New Order’s Lord; 03. Opus Diaboli; 04. Human Rotteness From Hell
Durata: 16:11 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.