AZAGHAL
“Perkeleen Luoma”

Dopo il non esaltante EP di antipasto “Kyy”, che aveva visto gli Azaghal debuttare con la norvegese Aftermath Music, arriva a distanza di qualche mese anche il loro atteso quarto full-lenght intitolato “Perkeleen Luoma”, una release che può essere vista contemporaneamente sia come un tentativo del combo finlandese di ritornare alle proprie origini, con suoni sporchi e zanzarosi a farla da padrone, sia come una continuazione del percorso di contaminazione con il Thrash intravisto su “Of Beasts and Vultures” o, in maniera molto meno convincente, sul già citato EP “Kyy”. Tuttavia, il risultato finale non riesce a convincere del tutto per un semplice motivo: i brani proposti sono fin troppo altalenanti dal punto di vista della qualità. Infatti, se da una parte troviamo tracce interessanti come la veloce “Käärmeen Laulu”, la lenta “Kuoleman Kylmä Ikuisuus” o la conclusiva e lunga “Filosofi”, che sembrano dare una nuova linfa al sound aggressivo della band, dall’altra ci sono ahimé composizioni veramente insignificanti e banali come “Rutonkantaja”, rovinata da un poco riuscito finale Thrash, ed “Orja”, ripresa dall’EP “Kyy” ma imbastardita nel suono e negli arrangiamenti vocali, senza però migliorarne di molto il risultato finale. Le note positive dell’album sono una produzione incredibilmente sporca e zanzarosa che dona agli Azaghal un sound marcio e putrescente e la voce di Varjoherra, sempre su ottimi livelli e pronta a lanciarsi anche in alcuni interessanti prestazioni in voce pulita. Insomma, “Perkeleen Luoma” è un full length che sinceramente non mi ha mai convinto molto, ma che, nonostante tutti i suoi difetti, riesce comunque a raggiungere una piena sufficienza e a non sfigurare troppo al cospetto delle precedenti uscite.

BRIEF COMMENT: “Perkeleen Luoma”, fourth full length by Azaghal, can be seen as an attempt to go back to their roots but also as an extension of the Thrash influence already shown on “Of Beasts and Vultures”. Unfortunately, the band succeeds to mix these two “souls” only partially, releasing an album not as good as the previous ones but still likable thanks to some inspired tracks.

Contatti: Facebook
Etichetta: Aftermath Music
Anno di pubblicazione: 2004
TRACKLIST: 01. Helvettiin; 02. Rutonkantaja; 03. Käärmeen Laulu; 04. Verenkirous; 05. Kuoleman Kylmä Ikuisuus; 06. Perkeleen kitaan; 07. Riivaaja; 08. Perkeleen Luoma; 09. Orja; 10. Filosofi
Durata: 50:13 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.