BLACK FAITH
“Nightscapes”

Sono passati già ben quattro anni da quando parlai degli abruzzesi Black Faith e del loro interessante esordio in pura salsa Swedish “Jubilate Diabolo” che metteva in risalto un Black che risultava essere una buona rilettura degli stilemi musicali più ortodossi codificati dai maestri Marduk e Dark Funeral. Ora, dopo tutto questo tempo, la band capitanata da Snarl ritorna a farsi sentire con questo nuovo full length intitolato “Nightscapes”, uscito per la messicana Throats Productions. Supportati da uno stuolo di ospiti di tutto rispetto come Xes degli Infernal Angels (voci addizionali su “Culmination Of Injustice”), Mancan e Sicarius Inferni degli Ecnephias (rispettivamente voce e synth su “Intermezzo”), Triumphator degli Atavicus ed ex-Draugr (chitarra solista su “Throwback!”) e Kjiel, già conosciuta su queste pagine per le sue collaborazioni con Eyelessight e L.A.C.K. (clean guitar su “The Shadow Line” e nella title track), i nostri dan vita a dieci tracce, più outro conclusivo, che lasciano poco spazio all’immaginazione circa una possibile evoluzione verso soluzioni sonore lontane dagli esordi. Infatti, sin dall’opener “Obsecratio”, vediamo come i Black Faith rimangono fieramente saldi sulle loro posizioni stilistiche, nonostante ulteriori progressi risultino fatti in fase di produzione e di mixaggio. Il loro sound è praticamente perfetto, un ottimo wall-of-sound in grado di garantire potenza ma anche fornire qualche sfumatura più variegata quando la band si avventura nei mid-tempos, come per esempio nell’ottima “Never Eternal” o in “Consacrabor”. Se da questo punto di vista tutto sembra procedere per il meglio, devo però altresì ammettere che la durata dei brani risulta in taluni casi troppo esasperata, cosa che, sommata ad una scarsa varietà stilistica, rende l’ascolto completo di questo “Nightscapes” piuttosto pesante da digerire per intero. Un esempio piuttosto evidente a tal proposito è “The Shadow Line”, un brano in potenza dotato di riff estremamente interessanti, ma che a mio avviso non riesce a funzionare per tutti i dieci minuti della sua durata. Insomma, un lavoro con luci ed ombre questo “Nightscapes”, tanto che i molteplici ascolti fatti in questi mesi non sono riusciti a farmelo apprezzare pienamente. Certo, ci sono momenti interessanti come la già citata “Never Eternal”, l’attacco Thrash/Black di “Throwback!”, o lo Swedish Black da manuale di “The Shadowline” o della title-track, che mostrano una purezza formale e di intenti senza alcun dubbio lodevole, ma giungere a fine ascolto risulta essere un pochino difficoltoso.

BRIEF COMMENT: Four years after “Jubilate Diabolo”, italian act Black Faith has come back with “Nightscapes”. Despite some good tracks based on fast Black Metal riffs and captivating mid-tempos, there are some moments in which the band seems to drag on a bit too much, but the final result is still pretty valid.

Contatti: Facebook
Etichetta: Throats Productions
Anno di pubblicazione: 2017
TRACKLIST: 01. Obsecratio; 02. Culmination Of Injustice; 03. Intermezzo; 04. Never Eternal; 05. In Total Disgust; 06. Throwback!; 07. The Shadow Line; 08. These Corridors Spurt Blood; 09. Nightscapes; 10. Consacrabor; 11. Outro
Durata: 67:13 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.