BLESSED DEAD
“Sick Human Essence”

Attivi fin dal 2009 e con alla spalle il demo “Secret Of Resurrection” e parecchi cambi di line up, i bresciani Blessed Dead cercano di ritagliarsi un posto al sole con questo “Sick Human Essence”, EP di quattro tracce interamente autoprodotto. I nostri sembrano aver imparato bene la lezione impartita dai maestri del Death d’oltreoceano e fin dalle primissime battute dell’opener “Palace Of Rupture” mostrano di saper comporre riff aggressivi e di sicuro impatto, giocati su intrecci e assoli tra le chitarre che richiamano i Death del periodo “Human” e “Individual Thought Patterns”, supportati ottimamente da una sezione ritmica sugli scudi e da un potente growl alla Corpsegrinder. La successiva “Mental Collapse”, il miglior pezzo del lotto, continua su questi lidi, stampandosi nella mente grazie alla sua struttura che, sfruttando micidiali ripartenze alternate a mid tempo, non può che scatenare l’headbanging, mentre la seguente “Evocation From The Unconscious Void”, senza alcun dubbio il pezzo più personale tra quelli proposti, rappresenta al meglio le potenzialità dei Blessed Dead, capaci di miscelare abilmente parti tirate e rallentamenti ragionati e pesanti come macigni. Il compito di chiudere degnamente questo breve ma intenso EP spetta a “Secret Of Resurrection”, brano ripreso dall’omonimo demo d’esordio e qui riproposto in una versione sensibilmente migliorata, nella quale la band si cimenta in un riuscito incrocio tra il gusto melodico dei Death e l’intransigente violenza dei Cannibal Corpse.

“Sick Human Essence” ci mostra dunque un giovane gruppo che, maturando molto in fretta (prova ne sia il notevole miglioramento rispetto all’esordio), sta metabolizzando le proprie influenze, elaborandole in un suono personale che si concretizza in pezzi in cui un tecnicismo mai fine a se stesso si fonde con l’immediatezza e l’irruenza della passione. Certo, qua e là non manca qualche spigolatura da smussare o rifinire, come ad esempio la produzione che, pur donando un’aura ancor più genuina e old school al lavoro, in alcuni momenti non rende pienamente giustizia, ma nel complesso si ha la netta sensazione di trovarsi di fronte ad una band dotata di grande potenziale. A loro il compito di non perdersi per strada e di trovare finalmente una formazione stabile, a noi il dovere di supportarli e il piacere di farci sfondare i timpani.

BRIEF COMMENT: Blessed Dead are a promising band trying to come out of underground with this “Sick Human Essence”, a self-released EP that, even if clearly influenced by american old school Death Metal gods, shows a personal songwriting along with a good technique.

Etichetta: Self-released
Anno di pubblicazione: 2012
TRACKLIST: 01. Palace Of Rupture; 02. Mental Collapse; 03. Evocation from the Unconscious Void; 04. Secret of Resurrection (2012 Version)
Durata: 17:36 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.