BOWEL STEW
“Debridement”

Vere e proprie leggende dell’underground italico, i Bowel Stew rappresentano il lato più putrido e sanguinario del Death Metal, anche grazie ad una tradizione ormai quasi ventennale che li vede possedere una delle vocal più disgustose che il Metal tutto ricordi. I veterani Riccardo (batteria) e Omar (chitarre e voce), affiancati dal nuovo arrivato Bubba, ritornano al formato full-lenght dopo ben cinque anni dal precedente “Necrocoital Amputorgy”, escludendo lo split a tre del 2011 pubblicato assieme a Hipermenorrea e ai leggendari Paracoccidioidomicosisproctitissarcomucosis, con un nuovo album grondante sangue e frattaglie da ogni singola nota. Questo “Debridement” può infatti essere considerato come la colonna sonora di una lunga tortura, documentata in ogni suo piccolo dettaglio ed effettuata da un sadico ed inflessibile inquisitore ai danni di una povera donna accusata di essere una strega. Non a caso alcuni sample di film come “The Bloody Judge” di Jesùs Franco, “Mark Of The Devil” di Michael Armstrong o del famoso “The Witchfinder General” di Michael Reeves, ci accompagnano durante l’ascolto del disco, facendo da intro o outro di alcuni brani, mettendo l’ascoltatore quasi di forza ad assistere in prima fila a tali pratiche cruente, lasciando al furioso Brutal della band il compito di “allietare” tale visione. A livello musicale non siamo molto lontani da capisaldi del genere quali gli insuperabili Disgorge (quelli messicani) del vomitoso debut “Chronic Corpora Infest”, aggiungendoci spesso delle furiose accelerazioni che ricordano molto i Brodequin, omaggiati tra l’altro con la conclusiva cover di “Hollow”. La produzione riesce a mantenere un equilibrio tra pulizia sonora (gli strumenti sono tutti perfettamente udibili) ed un sound grondante sangue e frattaglie. Caso a parte meritano le vocal, o meglio dire i grugniti e i gorgoglii vari, assolutamente ripugnanti e totalmente dentro la musica. Pur non raggiungendo livelli di macelleria messicana, “Debridement” possiede il suo bel carico di malessere che farà contenti tutti gli amanti del Gore più marcio e violento.

BRIEF COMMENT: Bloody and purulent Brutal Death Metal is what you get from this new album by Italian cult band Bowel Stew. Nothing more, nothing less, just a sadistic torture with some incredible vocals from the new singer Bubba. “Debridement” may recall acts like Disgorge (Mex) or, in some tracks, Brodequin, honoured also with a cover, so it’s a perfect soundtrack for every Brutal maniac.

Contatti: Facebook
Etichetta: Pathologically Explicit Recordings
Anno di Pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Cruentatio Cadaveris; 02. Hung, Gutted And Degloved; 03. Liquefactive Necrosis; 04. Exanguinate The Vermiform; 05. Gaunching Torture; 06. Thanatophiliac Parthenophagy; 07. Injected With Syphilis; 08. Excarnating The Debrided; 09. Hollow (Brodequin cover)
Durata: 25:32 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.