ABSU
“Abzu”

A distanza di poco meno di un anno e mezzo dal buon come-back “Absu”, gli Absu, sempre più saldamente governati da Proscriptor McGovern, tornano in pista con un nuovo lavoro fantasiosamente intitolato “Abzu”. In questo breve lasso di tempo, la band è andata di nuovo incontro ad una rivoluzione all’interno della propria line-up, che questa volta vede l’innesto di due nuovi sconosciuti membri, tali Ezezu al basso, e Vis Crom alla chitarra, che si vanno ad affiancare all’insostituibile padre/padrone Proscriptor. Continua a leggere

ABSU
“Absu”

Ritornati sulle scene dopo diversi anni di silenzio per pieno volere del solo Proscriptor, unico superstite della line-up che registrò “The Sun Of Tiphareth”, nel 2007 gli Absu tornarono a pubblicare pezzi inediti. Assoldati due semisconosciuti comprimari, tali Aethyris MacKay (chitarra, basso e synth analogici) e Vastatur Terrarum (basso & synth), la band firmò per Candlelight e si tolse di dosso un po’ di ruggine con uno split 7″ in compagnia degli sconosciuti Rumpelstiltskin Grinder. In seguito all’abbandono di Vastator Terrarum, sostituito dall’attuale chitarrista Zawicizuz, l’ulteriormente rivoluzionata line-up a tre elementi registrerà questo come-back chiamato semplicemente “Absu”. Continua a leggere

ABSU
“Tara”

Ci son voluti ben quattro anni agli Absu per dare un seguito al buono “The Third Storm Of Cytraul” e terminare la cosidetta trilogia celtica, sebbene non si possa dire che il terzetto texano sia rimasto con le mani in mano, dato che durante questo tempo ha realizzato un EP (“In The Eyes Of Ioldanàch”) ed una VHS con i videoclip di quattro brani. Ad ogni buon conto, qualcosa è sicuramente cambiato nei rapporti di forza del gruppo, e questo si nota semplicemente dando un’occhiata alle note del booklet, da cui salta subito agli occhi il totale isolamento di Ifernain, solito a scrivere in passato le “lyrical obscurity”, ossia liriche dedicate a temi magici/esoterici spesso connessi alla religione sumerica, e la totale presa di potere compositivo, a livello musicale, di Shaftiel, autore appunto di tutte le musiche, mentre è toccato a Proscriptor il compito di portare a termine l’intera scrittura dei testi. Continua a leggere