DARKTHRONE
“The Underground Resistance”

Giunti alla fine di questi nostri speciali dedicati alla lunga discografia dei Darkthrone, è tempo quindi di occuparci anche dell’ultimo lavoro sfornato dal duo norvegese, ed intitolato “The Underground Resistance”. Il sentore di una ulteriore variazione del sound è già evidente sin dalla copertina a sfondo epico-guerriero, ad opera di Jim Fitzpatrick, un artista irlandese noto per la sua lunga collaborazione con i Thin Lizzy e con altri artisti del suo paese. Infatti, Fenriz e socio decidono di abbandonare l’esplorazione più o meno casuale e caotica delle proprie passioni musicali di gioventù, per approdare in territori di puro ed incontaminato Heavy Metal. Continua a leggere

DARKTHRONE
“Circle The Wagons”

Se il concetto non fosse stato messo a sufficienza in chiaro con i precedenti “The Cult Is Alive”, “F.O.A.D.” e “Dark Thrones & Black Flags”, con questo “Circle The Wagons” il leggendario duo norvegese ribadisce una volta per tutte che i Darkthrone tirano dritti per la propria strada sbattendosene altamente delle tendenze, delle critiche e del loro (ingombrante) passato. Continua a leggere

DARKTHRONE
“Dark Thrones & Black Flags”

Puntuali come un orologio svizzero, i Darkthrone ritornano, ad un anno di distanza dal meraviglioso e dissacrante “F.O.A.D.”, con questo nuovo opus intitolato sarcasticamente “Dark Thrones & Black Flags”. Un titolo che gioca sia con il proprio nome che con quello dei Black Flags, storico gruppo Punk americano. Se rimaneva ancora qualcuno a nutrire qualche piccola speranza verso un possibile ritorno alle sound delle origini, Fenriz e Nocturno Culto mettono quindi subito le cose in chiaro sia dal titolo che dalla copertina, raffigurante nuovamente lo zombie punk di “F.O.A.D.”, quasi a voler dare un senso di continuità tra questo ed il precedente lavoro. Continua a leggere

DARKTHRONE
“F.O.A.D.”

Fuck Off And Die. Sono queste semplici parole a racchiudere l’essenza dei Darkthrone modello 2007. Una band sempre più svincolata da qualsiasi forma di compromesso o cedimento e ben decisa ad intrapendere una propria e personale strada, totalmente incurante del proprio glorioso passato musicale. Un modo di fare che come attitudine è Black Metal al cento per cento, ma che per molti continua a risultare indigesto, soprattutto a causa della cosidetta svolta “black’n’roll” avvenuta a partire dalla precedente release. Continua a leggere

DARKTHRONE
“The Cult Is Alive”

Come preannunciato nella precedente recensione dell’ EP “Too Old Is Too Cold”, “The Cult Is Alive” rappresenta per certi versi l’album della svolta per il duo norvegese. A partire da questo tredicesimo full length, Fenriz e compare mandano infatti tutti direttamente a quel paese, ed iniziano a comporre e registrare musica totalmente devota ai propri ascolti di gioventù, creando una sorta di corto circuito sonoro nella band. Per questo motivo è interessante citare una parte del flyer che accompagnava la release del cd ed avente le testuali parole: “Brimming with attitude and soul” (tradotto: colmato con attitudine ed anima), “call it Black Metal or evil Rock, I don’t care” (chiamatelo Black Metal o evil Rock, non m’importa). Continua a leggere