GLORY OF THE SUPERVENIENT
“Glory Of The Supervenient”

Lavoro davvero particolare e coraggioso questo debutto del progetto milanese dei Glory Of The Supervenient, che in poco più di mezzora scompone e fonde insieme le poliritmie esasperate del Djent, l’Avant Jazz di chiara derivazione zappiana, l’elettronica e del sano Prog, sia esso in salsa Rock o in chiave Metal. Ad ideare questo complesso pout-pourri c’è Andrea Buzzone che, oltre a sedersi dietro alla batteria, ha anche provveduto alla programmazione di tutti i vari synth che compongono il disco. A dargli man forte nella costruzione di ritmiche intricate ed imprevedibili c’è il basso pieno e corposo di Angelo Girardello, che spesso si prende il compito di rappresentare il lato più Metal del suono dei Glory Of The Supervenient, attraverso alcuni passaggi in distorto. Continua a leggere