HASTUR
“The Black River”

Dopo alcuni giorni di assenza forzata a causa di motivi prettamente tecnici, torno a macinare recensioni per voi lettori di Hypnos Webzine parlando del tanto sospirato debutto dei genovesi Hastur. Attivi sin dalla prima metà degli anni novanta, i nostri non devono aver avuto molta fortuna con la loro carriera dal momento che han dovuto attendere più di vent’anni per arrivare a pubblicare il loro primo full-lenght intitolato “The Black River”. Tutto ciò per merito della costanza e della tenacia del batterista Hayzmann, unico superstite della formazione originale, che è riuscito a rimettere in pista il gruppo con l’innesto di due ex membri dei Sacradis, Napalm (voce e chitarra) e Grinder (basso), e di Docdeath alla seconda chitarra. Continua a leggere