HORNWOOD FELL
“My Body, My Time”

Se già l’evoluzione musicale occorsa tra il debutto omonimo e “Yheri” sembrava lasciarlo presagire, quanto mi era stato detto in un’intervista da Marco Basili, che assieme al fratello Andrea è l’anima pulsante degli Hornwood Fell, suonava proprio come una una conferma del cambiamento come necessità per la band: “Mi è sempre molto difficile rimanere sugli stessi binari in tutto e per tutto, per non parlare di mio fratello […] Mi sono reso conto di non essere capace di portare avanti una cosa di questo tipo anche da un punto di vista emotivo. […] Per me sarebbe come vivere sempre nella stessa stanza: spostare i mobili, pitturare i muri di un altro colore non mi farebbe sentire meno costretto”. Non c’è quindi da stupirsi che i nostri tornino ora a farsi sentire con un nuovo lavoro, “My Body, My Time”, che incarna alla perfezione questo spirito che tende per sua intima natura ad una evoluzione continua. Continua a leggere

INTERVISTA HORNWOOD FELL – Marco Basili

Dopo l’ottimo esordio uscito lo scorso anno, i laziali Hornwood Fell sono tornati subito al lavoro dando vita a “Yheri”, un album che ha ulteriormente messo in mostra tutto il loro talento. Come di consueto, abbiamo approfittato dell’occasione per una chiacchierata con Marco Basili, il leader della band assieme al fratello Andrea. Continua a leggere

HORNWOOD FELL
“Yheri”

Anche se, colpevolmente, mi ero perso il loro omonimo debutto uscito l’anno scorso, questa volta sarebbe stato davvero imperdonabile non spendere qualche parola per questo nuovo lavoro degli Hornwood Fell, un trio laziale di recente formazione i cui membri hanno già alle spalle diverse esperienze in varie altre band, Kailash in primis. Se però nel loro ottimo esordio i nostri si cimentavano in un Black Metal totalmente devoto alla scuola norvegese, pur se rielaborato con un piglio personale, è con questo “Yheri” che l’esperienza maturata con i precedenti progetti inizia a farsi prepotentemente sentire, permettendo loro di ampliare il proprio spettro sonoro fino ad inglobare movenze in odore di Avantgarde, ma non solo. Continua a leggere