IQONDE
“Kibeho”

Dopo il particolarissimo Tribal Stoner dei Grufus, arriva dalla attivissima Grandine Records un’altra strana entità che risponde al nome di Iqonde. Questo “Kibeho” è un breve assaggio introduttivo alla particolare proposta del trio composto da Marco (batteria), Francesco (chitarra) e Diego (basso), che, in maniera simile a i loro compagni di etichetta, elaborano la loro proposta musicale su netti contrasti formati da una sezione ritmica molto geometrica, con frequenti incursioni anche in territori Math, e gli sviluppi melodici della chitarra di Francesco ad alto tasso psichedelico. Poi, sarà che per me sono una specie di ossessione, ma in alcuni frangenti più orientati verso il Post-Rock, sembrano ricordare qualcosa dei Verdena più sperimentali, periodo “Il Suicidio Del Samurai” o il meraviglioso “Requiem”, mentre nei passaggi più ritmicamente complessi, come nella traccia “22:22”, sembrano accostarsi alla lontana al progetto degli I Hate My Village, interessante progetto di Adriano Viterbini, a cui ha partecipato anche Alberto Ferrari dei Verdena, nel quale venivano esplorate ritmiche e sonorità africane. Continua a leggere