NECROWRETCH
“Satanic Slavery”

C’è poco da fare. Quando hai una band feticcio, è quasi impossibile che ti possa riservare qualche delusione. E questo anche, o soprattutto, se con il passare degli anni continua a proporre più o meno sempre lo stesso tipo di sonorità. Ecco, basterebbero già queste poche righe per illustrare compiutamente questa terza fatica sulla lunga distanza dei francesi Necrowretch, un gruppo del quale ormai posso scrivere con il pilota automatico e per cui rimangono sempre valide le parole spese in occasione delle recensioni dei precedenti “Putrid Death Sorcery” e “With Serpents Scourge”. Continua a leggere

NECROWRETCH
“With Serpents Scourge”

Ci siamo, l’attesa è terminata. Dopo due anni di silenzio interrotti soltanto da una raccolta di vecchio materiale e dalla breve ma succosa anticipazione dell’EP “Even Death May Die”, vede finalmente la luce il secondo full length dei francesi Necrowretch, che con il loro debutto “Putrid Death Sorcery” mi avevano a dir poco colpito, rendendo questo “With Serpents Scourge” una delle uscite più attese da un bel po’ di tempo a questa parte. Per coloro che si fossero persi quello splendido esordio, vale forse la pena ricordare che i transalpini non inventano nulla di nuovo, anzi si dedicano ad un Death Metal old school orgogliosamente refrattario a ogni contaminazione moderna, concedendosi al massimo delle divagazioni in territori Thrash e Black e allo stesso tempo non disdegnando una lieve vena melodica nei riffing portanti come da migliore tradizione di casa Dissection. Continua a leggere

NECROWRETCH
“Putrid Death Sorcery”

Se ci si dovesse limitare al titolo di un album per farsi un’idea di quelle che sono le coordinate musicali di un lavoro, allora la scelta di “Putrid Death Sorcery” sarebbe quanto di più appropriato per descrivere la proposta dei francesi Necrowretch, giovane band formatasi nel 2008 e con alle spalle svariate uscite, tra demo ed EP, che hanno saputo attirare l’attenzione di un’etichetta come la Century Media grazie a una capacità compositiva che già lasciava intravvedere tutto il potenziale sfoderato in questo loro primo full-length. Continua a leggere