NUNSLAUGHTER
“Red Is The Color Of Ripping Death”

Come non volere bene ai Nunslaughter, veri e propri veterani dell’underground e soprattutto veri e propri alfieri del Death Metal più truce e marcio possibile, la cui discografia è in grado di rivaleggiare per corposità e prolificità con quella sterminata degli Agathocles. Diversi anni fa, dopo aver ascoltato lo splendido “Hells Unholy Fire”, riuscii a prendere qualche loro uscita del periodo, tra cui l’ottima compilation “Waiting To Kill Christ”, ma poi rinunciai a starci dietro visto l’enorme numero di uscite ed uno stile che bene o male rimaneva sempre uguale a sé stesso. Ora, a distanza di diversi anni dal precedente “Angelic Dread”, il buon Don Of The Dead torna a sorpresa con un nuovo full-lenght per conto della Hells Headbangers Records, intitolato “Red Is the Color of Ripping Death”, e che presenta pezzi inediti, mescolati a nuove versioni di vecchie tracce pescate dal loro immenso catalogo, tra cui una “Banished” risalente addirittura ad un rehearsal 2007 intitolato “Eastern Illusion”. La caratteristica del disco che maggiormente salta all’orecchio non è tanto la qualità dei brani, che si assestano sul loro solido Death Metal speziato con qualche slancio thrashettone o addirittura punk, ma la produzione. Continua a leggere