OAKS OF BETHEL
“Disembodied IV

Quarta ed ultima parte di questo ciclo di “Disembodied”, che pur non raggiungendo i picchi d’intensità del movimento precedente, riesce comunque a condensare e chiudere in maniera soddisfacente questo lungo percorso musicale. Lo stile si avvicina più a quello tipico degli Oaks Of Bethel, con la batteria tirata allo spasimo e che sorregge e spinge senza troppi fronzoli sporadici riffs mononota di stampo Black Metal. All’interno del marasma sonoro, e non proprio in primo piano, trovano anche spazio per delle growling vocals di varia natura, il cui scopo è quello di aumentare la tensione sonora del brano, che alla fine sfocerà senza alcun preavviso in un movimento conclusivo maggiormente ricco in melodia. Alla fine, spariranno anche le distorsioni, segno che il distacco fisico dal proprio corpo e dalla propria carne è avvenuto, e che ora la nostra mente può finalmente segnare il suo percorso verso nuove ed impensate destinazioni.   

Contatti: Bandcamp
Etichetta: EEE Recordings
Anno di Pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Disembodied IV
Durata: 27:24 min.

Autore: KarmaKosmiK

OAKS OF BETHEL
“Disembodied III”

La terza parte del ciclo di “Disembodied” è quella certamente dotata di maggiore intensità e ricerca sonora. Lo strato sonoro di cui si compongono i suoi quaranta minuti di durata sono estremamente densi e ricchi, sia in termini di riffs che di effetti sonori. Addirittura, ci sono alcune parti dove compaiono richiami al progetto principale dei Njiqahdda, come la prima parte giostrata su un lento tempo terzinato, o verso il ventesimo minuto, quando basta un delicato accenno di synth e la calda voce in clean per ricreare quelle atmosfere eteree che caratterizzavano un capolavoro come “Yrg Alms”. Insomma, una terza parte da godersi appieno, tendendo l’orecchio ad ogni minimo dettaglio, e lasciarsi così andare al flusso di note ed emozioni, che sembrano non trovare mai una conclusione.

Contatti: Bandcamp
Etichetta: EEE Recordings
Anno di Pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Disembodied III
Durata: 36:06 min.

Autore: KarmaKosmiK

OAKS OF BETHEL
“Disembodied II”

La parte seconda di “Disembodied” inizia con il medesimo rumore bianco che chiudeva la prima parte della suite per poi incanalarsi su binari piuttosto tipici per gli Oaks Of Bethel. Infatti, il brano, pur durando quasi quarantacinque minuti, presenta ben poche variazioni, puntando più su un lungo effetto trance creato dal muro di chitarre e batteria, che sulla costruzione di riffs o melodie come avveniva nella prima parte. Tuttavia, pur nella sua distruttiva e lunghissima ripetitività, in qualche maniera la traccia è riuscita a conquistarmi e quando l’ascolto riesco a proprio a perdere la concezione del tempo. Sarà che il wall-of-sound è decisamente più rifinito che in passato, e quindi si riesce maggiormente a cogliere piccole variazioni o sfumature nel suo monotono incedere, ma pur nella sua brutale semplicità, la traccia funziona. Sicuramente quarantacinque e passa minuti sono decisamente troppi, e si sarebbe potuto tranquillamente accorciare il tutto di almeno un quindici – venti minuti. Ma si sa, gli Oaks Of Bethel sono questi e se decidono di agguantarti per un tempo così lungo, non ci sarà verso di fargli cambiare idea.

Contatti: Bandcamp
Etichetta: EEE Recordings
Anno di Pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Disembodied II
Durata: 43:48 min.

Autore: KarmaKosmiK

OAKS OF BETHEL
“Disembodied I”

Iniziamo questo ennesimo speciale parlando di “Disembodied”, il primo lavoro del duo americano che inaugura una tendenza che investirà non solo gli Oaks Of Bethel, ma anche Njiqahdda e Njiijn, e mi riferisco a quello che ho definito come suite a puntate. Infatti, invece di fare bombardoni estremamente lunghi e complicati da digerire, si spezzettano in tre o quattro EP della durata decisamente variabile. Nel caso specifico di questo “Disembodied”, che si presenta diviso in quattro parti separate, risulta sin dalle prime note un notevole cambio di passo per il progetto, poiché tutto sembra andare finalmente al proprio posto, mostrando un qualcosa di veramente interessante e coinvolgente. Sicuramente, il merito è gran parte dovuto ad una produzione finalmente ottimale, che riesce a dare un senso all’ostinato, ed incasinato, muro sonoro alzato dal duo, che fornisce la base per uno svolgimento sonoro ricco di toni sognanti e psichedelici. Infatti, pur essendo lo stile piuttosto vicino al Funeral Doom, come risultato finale non siamo poi così distanti dalle magiche atmosfere di “Yrg Alms”, uno dei picchi della produzione dei Njiqahdda. Insomma, come prima parte della suite, direi che non c’è veramente nulla di cui lamentarsi…

Contatti: Bandcamp
Etichetta: EEE Recordings
Anno di Pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Disembodied I
Durata: 26:06 min.

Autore: KarmaKosmiK

OAKS OF BETHEL
“River Of Tears”

Come già scritto nell’ultima recensione dedicata agli Oaks Of Bethel, “River Of Tears” è il naturale seguito di “Lakes In The Dry Season”, il cui approccio viene ulteriormente estremizzato pur mantenendo il medesimo sound. Infatti, eccetto che per un breve passaggio dove compaiono le tipiche chitarre acustiche strimpellate dei Njiqahdda ed un finale di totale silenzio riempito giusto da qualche delicato field recordings, i ritmi sono martellanti e senza respiro, ma dal cui muro sonoro emergono semplice e ripetitive frasi sonore, credo eseguite con i synth, creando un effetto che ti manda totalmente in pappa il cervello. Ad un certo punto sono quasi convinto che si senta anche il rumore di un aereo di passaggio, il cui rimbombo si va a sommare al caos di fondo, creando un effetto di totale alienamento verso il povero ascoltatore. Insomma, “River Of Tears” è un brano totalizzante, che deve essere vissuto più che ascoltato. Con queste parole, chiudiamo temporaneamente le recensioni qui dedicate all’annata del 2013, per poi riprendere il racconto dell’anno ad Aprile, e poi chiuderlo con le tradizionali recensioni agostane. Detto questo, non mi resta che farvi i rituali auguri di buon 2022.

Contatti: Bandcamp
Etichetta: EEE Recordings
Anno di Pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. River Of Tears
Durata: 39:56 min.

Autore: KarmaKosmiK