UNDERTAKERS
“Dictatorial Democracy”

È davvero un piacere per il sottoscritto vedere tornare sulle scene un monumento al Grind Death nazionale come gli Undertakers. Presenti sulle scene sin dai primi anni Novanta, la band del buon Enrico Giannone è sempre stata considerata come uno dei padri nobili per un certo tipo di sonorità qui in Italia, e non si può non essere contenti nel rivederli di nuovo in pista, e da quei pochi inediti presenti in questo nuovo lavoro, anche in una forma che ben da presagire per il futuro. Infatti, questo nuovo lavoro dal brutale, ma attualissimo titolo di “Dictatorial Democracy”, è una breve raccolta dove vengono radunati tre nuovi inediti, un paio di cover ed una selezione di alcune tracce proveniente dai tre full-lenght pubblicati dalla band. Nulla di particolarmente imprescindibile per coloro che seguono fedelmente la band dai loro esordi, ma i tre inediti qui presentati spaccano alla grande, nel quale il riffing di scuola Napalm Death di Stefano Casanico si mostra in gran spolvero, mentre le vocals di Enrico bastonano forte come sempre. Continua a leggere