CHAOS ALTAR
“And Then You Die”

Se, comprensibilmente, il monicker Chaos Altar vi dice poco o nulla, forse i più attenti ricorderanno qualcosa se nomino Executor (noto anche come ‘N’), già batterista nei live per i Necrowretch e mente dietro all’ex progetto Nir’um’Tuk, dove uso l’aggettivo “ex” proprio perché Chaos Altar altro non è che la reincarnazione di quella one man band. Questo cambio di nome non è l’unica novità apportata perché, credo assolutamente non per puro caso, anche la componente sonora ha subito una evoluzione, passando da un Black Metal tra il sinfonico e il thrasheggiante ad uno che mi ha in qualche modo richiamato alla mente i Mayhem di “Grand Declaration Of War”, pur non condividendone l’esasperata volontà di sperimentazione. Rispetto a “Revering This New Chaos” uscito a nome Nir’um’Tuk, questo “And Then You Die” si rivela essere un EP sicuramente meglio prodotto, con dei suoni che danno piena giustizia all’abilità di Executor, anche se questo comporta il venir meno di quel fascino retrò derivante da una registrazione un po’ più spartana, anche se è soltanto una questione di gusti. Quanto alle tracce, escludendo l’intro “You Spill Your Hate…” e la cover conclusiva, peraltro ben fatta, di un classico dei Sepultura come “Troops Of Doom”, con i restanti tre pezzi Executor, sempre assistito ai testi da Asphodel, piazza alcuni buoni spunti che si concretizzano pienamente nell’ottima “Rotten Inside”. Data la breve durate di questo “And Then You Die” è però francamente difficile dare un giudizio più esaustivo e particolareggiato, specie tenendo conto del fatto che il sound mi sembra ancora in evoluzione. Per scoprire le reali potenzialità del progetto Chaos Altar non rimane perciò che aspettare un lavoro sulla lunga distanza, ma per il momento bene così.

BRIEF COMMENT: Formerly born under the name of Nir’um’Tuk, Executor’s project has now turned into Chaos Altar. The new moniker isn’t the only change happened, indeed the music of the one man band has evolved into a Black Metal that somehow reminded me of Mayhem‘s “Grand Declaration Of War”, though it’s far from its level of experimentation. The overall impression is that Chaos Altar‘s sound is still evolving, so better wait for a full length to tell what’s the real potential of the project.

Contatti: Facebook
Etichetta: Cold Raw Records
Anno di pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. You Spill Your Hate…; 02. And Then You Die; 03. Rotten Inside; 04. Primordial Chaos That Once Was; 05. Troops of Doom (Sepultura Cover)
Durata: 25:03 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.