CLEISURE
“Hydrogen Box”

Tra le uscite presenti nel promo pack inviatomi ad inizio estate dalla Overdub Recordings, quella dei Cleisure sin da subito mi aveva incuriosito più di tutti. Sia dalla particolare e colorata copertina, che dalle note rilasciate dalla casa discografica, si presagiva che questo trio potesse avere del materiale piuttosto strano e particolare. Ed infatti, questo loro debutto sulla lunga distanza chiamato “Hydrogen Box” è un disco veramente particolare, ma capace di colpire in pieno sin dal primo ascolto. Infatti, la band campana è capace di tirare fuori dal fantomatico cilindro uno stranissimo incrocio fra un Punk Rock melodico ed un frenetico Garage Rock, dove la chitarra di Terenzio Procaccino si esibisce in schitarrate rapide e serrate, ben sorrette da una sezione ritmica assolutamente formidabile e ricca di groove composta da Cristian Zicola (basso) e Mattia Procaccino (batteria). Quello che mi è più piaciuto di questo “Hydrogen Box” è il suo essere totalmente privo di fronzoli, otto brani che solo in un paio di casi superano i quattro minuti, mantenendo in questo aspetto una certa attitudine Punk. Non mancano poi alcune stranezze piazzate casualmente nel lavoro, come l’acida psichedelia di “Television Is A Trap For Kids”, il Funk Rock di “Whay” o del buon Pop Rock rilassato di matrice inglese in “Across The Stormwalk”. Ho definito la loro musica essenzialmente un Punk Rock melodico, e sebbene questa definizione sia piuttosto pertinente, non coglie appieno le sonorità dei Cleisure. Infatti, pur possedendo un’anima Punk rilevabile in molte situazioni, la band è comunque per altri versi totalmente divergente da questo stile musicale. In primis, la chitarra, e la produzione in generale, è molto pulita e rifinita, e poi, altra caratteristica da rilevare, riguarda la sezione ritmica, estremamente rigorosa e geometrica nella gran parte dei passaggi. L’unica cosa che si potrebbe obiettare a questo lavoro verte sulla voce di Terenzio Procaccino, dotata di un timbro fortemente nasale e che si potrebbe descrivere come mix tra Brian Molko dei Placebo e Billy Corgan dei The Smashing Pumpkins. Personalmente non dispiace, forse l’unico difetto che posso riscontrare è l’essere un po’ troppo monotona, appiattendo alla lunga le trame sonore della band. Tuttavia, a parte questo, non rilevo grossi difetti nel disco, anzi per quanto mi riguarda questi Cleisure sono una bella sorpresa all’interno del panorama italiano. Questo lavoro non mi ha fomentato allo stesso modo di quello dei Cento Scimmie l’anno passato, pur giocando comunque su campionati molto diversi, ma è comunque un gran bel colpo per la Overdub Recording.

BRIEF COMMENT: “Hydrogen Box” is a very interesting debut from the italian trio Cleisure. In fact, the band has been able to combine a particular punk attitude with very tight and quick style, but without forgiving to include short forays into other genres and a good dose of melody. Just the voice of Terenzio Procaccio could be not appreciated for its vocal tone, a strange mix of Brian Molk and Billy Corgan, but for the rest I can just support this band.

Contatti: Facebook
Etichetta: Overdub Recordings
TRACKLIST: 01. Broken Tiles Are Attracting The Mailbox; 02. Locked In A Pocket; 03. The Illusion Lies But You’re Still A Machine; 04. Terror-Struck; 05. Pollution; 06. Maze Marauder; 07. Whay; 08. Television Is A Trap For Kids; 09. Mask Attack; 10. Across The Stormwalk
Durata: 29:15 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.