COLLOQUIO
“Io E L’Altro”

Non si finisce mai di scoprire nuove ed interessanti realtà nel fitto sottobosco musicale italiano, sebbene nel caso dei Colloquio l’aggettivo “nuovo” sia alquanto fuori luogo. Infatti, il progetto del tastierista e vocalist Gianni Pedretti, successivamente affiancato dalla controparte Sergio Calzoni, è attivo dal lontano 1993, anno in cui vide la luce anche la tape d’esordio “Il Giardino Delle Lacrime”, e vanta diverse cassette e ben quattro full lenght, l’ultimo dei quali “L’Entrata – L’Uscita” risale allo scorso anno. Pur essendo i Colloquio emanazione diretta del talento di Pedretti, nel corso degli anni, da one-man band, il progetto si è ampliato fino ad arricchirsi in pianta stabile del Calzoni, ed in seguito anche da una serie di musicisti che hanno trasformato di fatto il progetto in una vera e propria band. Il lavoro di cui vado a parlare in questa sede non è però un nuovo lavoro in studio, bensì una ristampa, rilasciata dalla Sad Sun Music, una sub-label della My Kingdom Music, della tape “Io E L’Altro” datata 1995.

Ispirato dagli stati di malattia causati dagli attacchi di panico, “Io E L’Altro” è un lavoro oscuro e morboso, in cui questi stati d’animo (o meglio sarebbe chiamarli disturbi mentali) vengono ulteriormente amplificati dalla povertà di suoni di synth usati e dalla produzione incerta dell’epoca (ricordiamoci sempre che è pur sempre un’autoproduzione del 1995), che insieme generano una atmosfera molto inquietante che si sviluppa lungo tutta la durata del disco. Inoltre, il fatto di utilizzare una voce debolmente filtrata e distorta, e praticamente sempre in parlato, centra pienamente quella che era l’idea concettuale dietro a questo “Io E L’Altro” (ascoltate la sola intro “La Mosca Rossa” per farvi subito una idea). Le varie tracce sono generalmente costruite su una semplice stratificazione di suoni e melodie di synth, sorretta da una drum machine dagli arrangiamenti molto basilari. Inoltre, pur essendo i brani abbastanza simili tra di loro, essi possiedono tutti una loro ben precisa identità; i miei preferiti sono “Si Chiude Il Sipario” (un brano Dark Wave da manuale), “Lui E’ Dentro” con un finale meraviglioso, la danzereccia “Io E L’Altro (terza parte)” e la delicata “Volo Anch’Io”, dotata di un testo da brividi.

Onestamente non sono un grande conoscitore di queste sonorità, così come sono completamente a digiuno della discografia dei Colloquio, ma questo “Io E L’Altro” mi ha conquistato sin dai primi ascolti. Le sue atmosfere disturbanti ed i testi pieni di “disagio mentale” immergono immediatamente, e senza alcun filtro, nel desolante mondo interiore concepito dal Pedretti. Un grazie quindi alla Sad Sun Music per aver riportato alla luce questa piccola perla nera nascosta.

BRIEF COMMENT: “Io E L’Altro” is a reissue of the last tape released in the 1995 by this experienced music project leaded by Gianni Pedretti, and named Colloquio. Inspired by the panic attack, “Io E L’Altro” is an obscure and unsane trip to the human mental disease, driven by Pedretti’s disturbing lyrics and malsane Dark Wave synths.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: Sad Sun Music
Anno di Pubblicazione: 1995, 2014 (Reissue)
TRACKLIST: 01. Intro (La Mosca Rossa); 02. Io E L’Altro (Prima Parte); 03. Si Chiude Il Sipario; 04. L’Attesa; 05. Io E L’Altro (Seconda Parte); 06. Lui E’ Dentro; 07. Io E L’Altro (Terza Parte); 08. L’Uomo In Fondo; 09. Volo Anch’io; 10. Il Buon Ritorno; 11. Sogno; 12. Per Quello Che Ho Visto; 13. Outro (La Mosca Rossa); 14. Nelle Mie Stanze Mute (Bonus Track).
Durata: 41:24 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.