COSMOS
“Atlas”

Detto onestamente, non saprei proprio cosa possa aver di così particolare da dire questo “Atlas”, EP di debutto del quartetto francese Cosmos, dal momento che il suo Post-Rock rimanda in maniera pesante alle alternanze piano-forte tipiche dei Mogwai. Eppure, nonostante ciò, una volta ascoltato, è in grado di tornare continuamente in mente, costringendomi a riascoltarlo anche più e più volte durante i miei spostamenti in macchina in Canada. In particolare, il mood ombroso e malinconico di questo lavoro sembrava ben sposarsi con i paesaggi ancora parzialmente innevati della Chemin du Roi, la strada che da Montreal porta a Quebec City. Le stesse chitarre, così ricche di delay e riverbero, richiamavano fortemente l’enorme fiume San Lorenzo che si intravedeva spesso e volentieri dalla strada. Insomma, potrei stare qui a parlare a lungo dei possibili motivi di questo mio grosso interesse nei confronti di “Atlas” ma, tagliando corto, tutto si potrebbe ridurre semplicemente ad un ottimo utilizzo delle melodie di base, accoppiato ad una perfetta costruzione dell’alternanza forte-piano tipica del Post-Rock. Infatti, pur se ad un primo ascolto, come detto, i Cosmos sembrano proprio esser una band perfettamente scolastica nell’interpretare il genere, già dagli ascolti successivi si inizia subito a notare che i brani presenti rimangono tutti ben stampati in testa. A partire da “Monolith”, un vero e proprio gioiellino, e da “Falling Shadows”, dotata di una serie di incastri di chitarra davvero formidabili, questo “Atlas” è un vero tripudio e turbinio di emozioni. Certo, probabilmente i francesi non raggiungeranno lo status di culto che hanno i Mogwai, ma spero che questo loro interessante debutto possa essere un bel trampolino di lancio per il futuro.

BRIEF COMMENT: Although at first it may seem just another Mogwai-inspired Post-Rock released with nothing little to say, listen after listen this “Atlas” EP by Cosmos manages to fix in your head with its tunes, being indeed a very good first step for this French band.

Contatti: Facebook
Etichetta: Self-released
Anno di Pubblicazione: 2016
TRACKLIST: 01. Praying For The Oak; 02. Monolith; 03. Margaret On Atlas; 04. Falling Shadows; 05. San Junipero
Durata: 24:28 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.