DAEMONHEIM
“Tidian”

“Tidian”, terzo full length per i tedeschi Daemonheim, esce a ben sette anni dal precedente “Hexentanz”, un lungo periodo che è sicuramente servito al duo formato da TH (chitarra, basso, batteria) e b. (chitarra, voce) per affinare nel migliore dei modi i nuovi pezzi contenuti in questo lavoro, riuscendo nella non facile impresa di dare vita ad una release molto interessante e coinvolgente pur essendo incentrata su elementi e commistioni già ampiamente sfruttati. Se infatti la descrizione che lo accompagna parla di “fusione di Black Metal con elementi Death, Pagan e di altri generi”, si vede bene che non si tratta certo di niente di nuovo sotto il sole, eppure i nostri mescolano queste influenze in sette pezzi che si stampano subito nella mente, creando un album ibrido che pesca ora dal riffing Death-oriented dei Dawn o dei Sacramentum (“Lindwurmjagd”), ora dagli Arcturus e dagli Ephel Duath nei frangenti più votati al Prog/Avantgarde (“Zwölf Ritter” o il finale di “Nastrond”) e in cui si possono scorgere addirittura elementi jazzistici, ora dalle movenze riconducibili a certe sonorità del Folk est europeo (“Harzblut”), il tutto su una base che spazia da un Black lanciato in cavalcate di doppia cassa ad un Pagan di matrice scandinava. Ognuna di queste influenze non è comunque assolutamente confinata nei singoli episodi, ma può essere vista piuttosto come una sorta di inclinazione generale che permette di inquadrare a grandi linee i vari brani, che spesso infatti racchiudono al loro interno molte delle succitate anime della band, come accade soprattutto nella già menzionata title track o nelle ottime “Nachtflamme” e “Totenkuss”. Ogni traccia ha così una propria peculiarità che contribuisce a renderla unica e riconoscibile fin da subito, donando al lavoro una poliedricità non comune che, ascolto dopo ascolto, svela tutte le sue molteplici sfaccettature, cosa che ha contribuito a farlo diventare, per quanto mi riguarda, uno degli album più ascoltati dell’ultimo periodo. Se a tutte queste caratteristiche aggiungiamo una produzione pulita e curata che esalta i singoli strumenti e un’esecuzione altrettanto valida e precisa, è quasi scontato parlare di questo “Tidian” come di una delle sorpresa di questa prima parte di 2014 e, in definitiva, di un lavoro che si candida prepotentemente per un posto nella top 5 di fine anno.

BRIEF COMMENT: “Tidian”, third full length by Daemonheim, is an astonishing album that blends Black Metal with Death, Pagan and Prog/Avantgarde influences. Indeed nothing new, but the german duo is able to combine these well known elements in a way that gives an own identity to every songs, creating a wide shade of emotions throughout the listening.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: Naturmacht Productions
Anno di pubblicazione: 2014
TRACKLIST: 01. Nachtflamme; 02. Lindwurmjagd; 03. Harzblut; 04. Tidian; 05. Totenkuss; 06. Zwölf Ritter; 07. Nastrond
Durata: 47:52 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.