DARKENED NOCTURN SLAUGHTERCULT
“Mardom”

Dopo un lungo silenzio durato ormai ben sei anni, con questo “Mardom” tornano a farsi sentire i Darkened Nocturn Slaughtercult, un gruppo verso cui nutro da sempre una particolare predilezione. Riuscire ad esser il più obiettivo e distaccato possibile in questi casi non mi è quindi per niente facile, ma proverò comunque a farlo. E per farlo, inizio a riannodare le fila del discorso per vedere dove eravamo rimasti. Nei loro precedenti full length, Onielar e soci avevano portato avanti con inflessibile costanza un Black Metal old school fino al midollo e refrattario a qualsiasi tipo di modernismo o a qualsivoglia cedimento sull’onda lunga del loro debutto sulla lunga distanza, ossia quel diamante grezzo che risponde al nome di “Follow The Calls For Battle”. Con questo loro sesto full length, i tedeschi non si discostano poi molto da quanto fatto vedere, o meglio sentire, nei loro precedenti album, ma nonostante ciò, la loro abilità sta proprio nel saper tenere sempre l’ascoltatore sulla corda senza scadere mai nel trito e ritrito. Insomma, old school sì, ma non per questo banale e scontato, quanto piuttosto un platter ruvido, marcio e dritto al punto. Tutti aspetti che i nostri non ci hanno mai fatto mancare, ma questa volta, ma magari la mia impressione è stata acuita dalla lunga attesa, siamo su livelli che si avvicinano ancora di più a quelli degli esordi, con pezzi come “Mardom – Echo Zmory” e “A Sweven Most Devout” che sono delle vere e proprie mazzate dritte sui denti a cui è praticamente impossibile rimanere indifferenti e che mettono in chiaro fin da subito che nulla è cambiato. Insomma, potrei star qui un altro bel po’ di righe a decantarvi questo o quell’aspetto di “Mardom”, ma è molto meglio lasciar parlare la musica, perché i Darkened Nocturn Slaughtercult sono stati, sono e saranno sempre una garanzia assoluta.

BRIEF COMMENT: Darkened Nocturn Slaughtercult are one of those few bands that always make an impression without the need to reinvent themselves. Indeed, in its sixth full length, “Mardom”, the German act keep on striking with its cold and raw Black Metal. Undisputed attitude.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: War Anthem Records
Anno di pubblicazione: 2019
TRACKLIST: 01. Inception Of Atemporal Transition ; 02. Mardom – Echo Zmory; 03. A Sweven Most Devout; 04. T.O.W.D.A.T.H.A.B.T.E.; 05. A Beseechment Twofold; 06. Exaudi Domine; 07. The Boundless Beast; 08. Widma; 09. Imperishable Soulless Gown; 10. The Sphere
Durata: 43:55 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.