DARKENHÖLD
“Memoria Sylvarum”

La fascinazione verso un Medioevo idealizzato e carico di suggestioni epiche ha sempre trovato nel corso degli anni terreno molto fertile tra numerosi gruppi Metal, non da ultimi i Darkenhöld, una band francese che abbiamo già avuto modo di ospitare sulle nostre pagine virtuali e che ora ritorna a far sventolare in alto il proprio vessillo. Per chi tra di voi si fosse perso i loro precedenti lavori, i transalpini sono tra i più convincenti fautori di un Black Metal in bilico tra influenze Symphonic e slanci in odore di Epic, non disdegnando brevi passaggi acustici come pure fraseggi di pregevole fattura nei vari assoli che impreziosiscono le composizioni. I nove capitoli di questo “Memoria Sylvarum” in effetti riescono nel per niente scontato compito di migliorare ulteriormente quanto di buono fatto vedere sin dai loro esordi, portando così pienamente a compimento quel processo evolutivo che ha visto i Darkenhöld affrancarsi via via dall’influenza di band del calibro di Emperor, Satyricon e Dimmu Borgir. Pezzi come “La Chevauchée Des Esprits De Jadis” o “A L’Orée De L’Escalier Sylvestre”, “Errances (Lueur Des Sources Oubliées)” e “Présence Des Orbes”, ma a ben vedere avrei dovuto citarli tutti, formano di fatto il più naturale e perfetto compendio a “Castellum”, con il passaggio di consegne che viene suggellato con il definitivo abbandono dell’inglese in favore della loro lingua madre, che qui ci racconta di peregrinazioni al limite dell’onirico tra rovine ammantate di mistero e foreste secolari, peraltro così ben catturate anche nell’artwork ad opera di Claudine Vrac. Insomma, c’è poco da aggiungere, i Darkenhöld si confermano uno dei gruppi più ispirati e in forma d’oltralpe e con questo “Memoria Sylvarum” ribadiscono che il loro dominio è lungi dall’essere scalfito.

BRIEF COMMENT: “Memoria Sylvarum”, fourth album by Darkenhöld, is another great Black Metal release for the French band who’s able to further improve what has been done on the previous works. So, an enchanting journey through old forests and ancient castles that will surely mesmerize every listener.

Contatti: Facebook
Etichetta: Éditions de la Vieille Tour
Anno di pubblicazione: 2017
TRACKLIST: 01. Sombre Val; 02. La Chevauchée Des Esprits De Jadis; 03. Ruines Scellées En La Vieille Forêt; 04. A L’Orée De L’Escalier Sylvestre; 05. La Grotte De La Chèvre D’Or; 06. Sous La Voûte De Chênes; 07. Clameur Des Falaises; 08. Errances (Lueur Des Sources Oubliées); 09. Présence Des Orbes.
Durata: 44:11 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.