DRÅPSNATT
“I Denna Skog”

Dopo la recensione degli Old Forest, nel quale raccontavo il mio non ritrovarmi nell’attuale scena Black Metal, eccomi arrivare a recensire, prima lo stranissimo EP dei polacchi Cryptae, ed ora eccomi a parlare degli svedesi Dråpsnatt. I più anzianotti di voi lettori sapranno di certo che il duo non esiste più da anni e che purtroppo questo “I Denna Skog”, è solamente la ristampa del loro debutto, originariamente uscito undici anni fa per la Frostcald Records, ed ora ripresentato dall’ottima Nordvis Produktion. Ricordo ancora oggi che in passato scrissi in lungo e largo della loro musica su altre webzine, e che per un periodo ci ero andato veramente in fissa. Peccato solo che dopo il buon “Skelepht”, anno di grazia 2012, siano praticamente spariti nel nulla, lasciandoci però in eredità tre piccoli gioielli di Black Metal melodico fortemente influenzato dal Folk. Pur essendo svedesi, la loro musica guarda soprattutto ai Satyricon dei tempi d’oro, ma ripuliti della loro ferocia ed ammantati da uno spesso velo di romantica nostalgia, che si esplica in sognanti passaggi in clean guitar. In certe parti ricordano anche i Taake di “Doedskvad”, più che altro per i continui cambi di tempo, nonchè per il giocare con le melodie di stampo folk. Tra i tre dischi composti dal duo, che ricordiamo composto dal tuttofare Narstrand e dal compare tastierista e vocalist Vinterfader, il mio preferito è senza alcun dubbio il successivo “Hymner Till Undergången”, che risulta essere più rifinito e meglio prodotto, ma è innegabile che la loro formula era già bella che messa a posto su questo debutto. La cosa assurda dei Dråpsnatt è che a parte un paio di tracce del disco successivo, non ci sono brani che svettano su gli altri, ma solo un lunghissimo flusso sonoro che affascina ed ammalia anche a distanza di undici anni. Che altro dire se non citare il buon vecchio Leopardi con la sua famosissima “…e naufragar m’è dolce in questo mare”. Band assolutamente da riscoprire.

BRIEF COMMENT: “I Denna Skog” is the debut album from the incredible Swedish duo called Dråpsnatt, and with this reissue from Nordvis Produktionen we have the possibility to discover again this beautiful band. After three interesting albums, the best of which is the second one “Hymner Till Undergången”, the band disappeared without any kind of information. Although they are swedish, their music looks mainly at the Satyricon of the golden age but cleansed of their ferocity and cloaked in a thick veil of romantic nostalgia, which is expressed in dreamy clean guitar passages. A record and a band definitely to be rediscovered.

Contatti: Facebook
Etichetta: Frostcald Records, Nordvis Produktionen (Reissue)
Anno di Pubblicazione: 2009, 2020 (Reissue)
TRACKLIST: 01. I Denna Skog; 02. Under Fullmånens Sken; 03. Orostider; 04. Av Jord är Du Kommen; 05. Fader Frost; 06. En Sista Vandring; 07. I Evig Tid; 08. Han Faller Plågad Ned; 09. Ett Sista Andetag
Durata: 45:26 min.

Autore: KarmaKosmiK

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.