ENSLAVED
“In Times”

Dopo la prima e la seconda parte di due speciali che ci hanno accompagnato nella lunga cavalcata attraverso la discografia degli Enslaved, è giunto infine il momento di concentrarci su “In Times”, tredicesimo studio album dei norvegesi nonché loro secondo full-lenght uscito per la Nuclear Blast. Il disco si presenta fin da subito in maniera splendida, con una cover che ricorda una vera e propria immagine onirica. Il netto contrasto tra il rosso sangue del fondo e lo scuro del primo piano, dal quale si distinguono due figure umanoidi immerse fino alle caviglie in un mare leggermente agitato, è la perfetta rappresentazione di questo nuovo lavoro targato Ivar & company. Nonostante gli Enslaved continuino la loro progressione musicale fatta di chiaroscuri nei quali il Black Metal si intreccia senza soluzione di continuità al Prog, in questo “In Times” si aggiunge un lieve tocco psichedelico che rende il lavoro un continuo flusso di coscienza musicale. A livello sonoro, non siamo in verità poi molto lontani dalle sonorità di “Ruun”, sebbene “In Times” risulti tutto sommato più duro nelle parti più violente, vedasi ad esempio l’attacco dell’iniziale “Thurisaz Dreaming”, che rimanda piacevolmente alle prime uscite della band mostrando inoltre un maggiore lavoro di rifinitura a livello di composizione. Come già detto, “In Times” scorre come un flusso di coscienza che accoglie ed assorbe completamente l’ascoltatore, con le vocal di Grutle ed Herbrand oramai perfettamente integrate e con quest’ultimo che sembra migliorare di lavoro in lavoro. Avrei tante cose da dire sulle sei tracce, ma preferisco semplicemente limitarmi a consigliare di affrontare l’ascolto a mente completamente aperta lasciandosi andare al mood espresso dalla cover. Penso che basti semplicemente questo per arrivare al nucleo di “In Times”, nient’altro. Non mi resta che chiudere con una citazione del testo che più mi ha colpito, ossia “Building With Fire”:

“Facing fear, facing birth
The Emptiness, the void, the dreams
Unfold

Burning shrouds, the air is cold
The memories of times and space
Unknown”

BRIEF COMMENT: In their thirteenth full length “In Times”, norwegian masters Enslaved continue on their musical evolution releasing a very intense album in which Black Metal is merged with Progressive influences and, this time, even some psychedelic elements. Once again, close your eyes and enjoy it.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: Nuclear Blast
Anno di Pubblicazione: 2015
TRACKLIST: 01. Thurisaz Dreaming; 02. Building With Fire; 03. One Thousand Years Of Rain; 04. Nauthir Bleeding; 05. In Times; 06. Daylight
Durata: 53:05 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.