HANS ZIMMER
“The Dark Knight Rises”

Il capitolo conclusivo della trilogia di Christopher Nolan dedicata alla figura di Batman era uno dei film più attesi del 2012. Come già fatto per “Batman Begins” e “The Dark Knight”, Nolan collabora nuovamente con Hans Zimmer per la colonna sonora, anche se in precedenza vi era stata la partecipazione di James Newton Howard.

Tra i brani presenti spicca sicuramente “Gotham’s Reckoning”, tema centrale del film e del nuovo terribile antagonista del cavaliere oscuro, cioè Bane. La traccia ruota attorno ad un canto primitivo che sfocia in una progressione sempre più concitata e tesa in cui si ripetono continuamente le parole “Deshi Bashara” che significano “Alzati” (in questa intervista il compositore spiega bene la genesi del pezzo). Il pezzo è assolutamente trascinante, reso apocalittico dai patterns concitati delle trombe e dal feeling tetro e strisciante: è l’ineluttabilità della sconfitta, l’anticamera del caos, la quiete che precede la distruzione totale. “Mind If I Cut In?”, tema dell’altra new entry della storia, Selina Kyle alias Catwoman, è un pezzo dal feeling misterioso e conturbante caratterizzato dalle note ipnotiche e suadenti di pianoforte: movenze che ci ricordano l’ambiguità di fondo nelle scelte di questo personaggio.
Le atmosfere tetre restano intatte nella successiva “Underground Army”, caratterizzata da pulsioni ctonie e striscianti nella quale sembra di respirare esalazioni dense e fetide provenienti dal sottosuolo. “The Fire Rises” presenta un’anima battagliera e aggressiva alla quale si alternano momenti di calma apparente pregni di inquietudine e di un sentore di pericolo imminente. In “Nothing Out There” è un senso di impotenza e sconfitta a prevalere, insieme ad una profonda tristezza mentre nell’accoppiata “Fear Will Find You” e “Why Do We Fall” si concentra tutto il travaglio della caduta e della resurrezione di Batman e della sua completa catarsi. Memorabili sono “Imagine The Fire” e “Rise”, tra i pezzi più coinvolgenti e ricchi di pathos dell’album, nei quali drammaticità e maestosità vengono espresse ai massimi livelli mentre la tensione emotiva si fa esplosiva.

Non c’è altro da aggiungere: anche questa volta Hans Zimmer è riuscito a creare temi che resteranno indelebili, una colonna sonora che non funge da mero sottofondo ma che si fa protagonista nell’amplificare l’intensità dell’ultimo capitolo di una trilogia immortale.

BRIEF COMMENT: Two years after “Inception”, Hans Zimmer returns to score the last chapter of the Dark Knight trilogy by Christopher Nolan, and the result is once again amazing. Zimmer is able to create melodies that are completely fit for the characters: “Gotham’s Reckoning” is rough, sharp and savage as Bane; “Mind If I Cut In?”, on the contrary, is deceptive and perturbing as Catwoman/Selina Kyle. “Imagine The Fire” and “Rise” represent the climax of this soundtrack, thanks to their epic and tragic atmospheres conveyed by magnificient arrangements.

Etichetta: WaterTower Music
Anno di pubblicazione: 2012
TRACKLIST: 01. A Storm Is Coming; 02. On Thin Ice; 03. Gotham’s Reckoning; 04. Mind If I Cut In?; 05. Underground Army; 06. Born In Darkness; 07. The Fire Rises; 08. Nothing Out There; 09. Despair; 10. Fear Will Find You; 11. Why Do We Fall?; 12. Death By Exile; 13. Imagine The Fire; 14. Necessary Evil; 15. Rise
Durata: 51:20 min.

Autore: Nivehlein

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.