HATE & MERDA
“L’Anno Dell’Odio”

Hate & merda. Odio e merda, due parole forti, d’impatto, quasi un avvertimento su ciò che si potrebbe trovare di fronte durante l’ascolto. Infatti, “L’Anno Dell’Odio” è un precipitare senza fine nell’abisso di una mente umana, nella quale convivono l’odio furioso per una società che esclude, isola e ghettizza tutti coloro che non risultano essere perfettamente omologati ad un certo status quo o modo di essere, e la merda, intesa come simbolo di una incapacità di reagire che si concretizza in tentativi di autodistruzione interna. Due parole che riescono a cogliere ed esprimere alla perfezione il malessere profondo che pervade la musica di questo duo toscano fatto di sola chitarra e batteria, ed i cui volti e nomi sono accuratamente celati sotto spesse calze nere, in quanto “non necessari” ai fini di ciò che gli Hate & Merda vogliono realmente esprimere. La loro stessa musica vive di questo dualismo fatto di esplosioni rabbiose ed improvvisi momenti di stasi, implosioni sonore ancor più devastanti, perché sembrano volerti privare di tutta l’energia vitale. Ed in mezzo a questo malessere, argomentazioni più tipicamente musicali per una recensione, quali il genere proposto, qualità della produzione e del songwriting, tendono a perdere importanza.

Sin dall’opener “Ascoltare Con Dolore / Carne Gotica”, gli Hate & Merda ci lanciano un suono grondante liquame, fatto di bassi pesanti come macigni e bending laceranti come un pugnale. “Pioggia Di Cicatrici E Sogni Negati” scatena un headbanging furioso grazie a dissonanze Sludge perfettamente innestate in un contesto brutalmente Hardcore. Saranno anche solo in due, ma il risultato finale è davvero devastante. Si giunge poi all’accoppiata di brani che personalmente ritengo i due gioielli neri de “L’Anno Dell’Odio”, ossia “Pietà” e “L’Eternità Di Un Estate Terribile”. Entrambe le tracce mostrano in maniera diversa quel dualismo stridente di cui parlavo ad inizio recensione ma qui elevato all’ennesima potenza. “Pietà” alterna dei momenti di quiete di clean guitar ed effetti sonori vari, perfetto sfondo di alcuni bellissimi dialoghi campionati che raccontano di un amore sofferto e travagliato, ed improvvise bordate sonore che radono al suolo ogni cosa che incontrano. “L’Eternità Di Una Estate Terribile” è invece una impietosa descrizione di un senso di apatia dilagante, che annulla qualsiasi movimento personale e che trasporta in un ripetere ciclico di azioni inutili e senza senso. Il tutto viene rappresentato da un minimale giro di accordi di chitarra in clean ed un nervoso pattern di batteria, che cresce fino ad esplodere in un caos di suoni e rumori deflagranti. Il compito di chiudere “L’Anno Dell’Odio” spetta infine a “Veglia Di Condoglianza”, un flusso di coscienza sonoro che si spinge fino ai confini di un soffocante Dark Ambient fino a non lasciare niente altro che morte. Il cd si ferma, dando modo ai tipici rumori casalinghi di riportarci alla quotidianità, lasciandoci alle spalle questo devastante mondo interiore fatto di odio e merda.

BRIEF COMMENT: With its letal mix of Hardcore and Sludge elements, italian duo Hate & Merda manages to lead listeners through the abyss of human mind. The result is an eerie and alienating album that gives a lot of vivid emotions throughout its songs.

Contatti: Facebook
Etichetta: Toten Schwan, UTU Conspiracy & Dio))Drone
Anno di Pubblicazione: 2014
TRACKLIST: 01. Ascoltare Con Dolore / Carne Gotica; 02. Pioggia Di Cicatrici E Sogni Negati; 03. Pietà; 04. L’Eternità Di Un’Estate Terribile; 05. Veglia Di Condoglianza
Durata: 33:29 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.