INCINERATE
“Back To Reality”

Anche se questo “Back To Reality” risulta essere il secondo full-lenght dei belgi Incinerate, il trio originario di Antwerp non è proprio composto da pischelli alle prime armi, anzi, ma da quello che si trova in giro è gente in giro ormai da un bel po’ di tempo. Infatti, gli Incinerate nascono nel 2008 probabilmente come proseguimento della precedente band chiamata Rot, da cui arrivano tutti gli attuali membri del trio, e che solamente nel 2016 sono riusciti a coronare il raggiungimento del traguardo del loro primo full-lenght, intitolato “Amazon Violence”. Sono serviti quindi ben cinque anni agli Incinerate per poter dare un seguito a quel disco con l’attuale “Back To Reality”, anche se però i risultati ottenuti non mi sembrano piuttosto convincenti. Infatti, gli Incinerate sembrano voler cercare di costruire un ponte tra i Sepultura del loro periodo d’oro ed il Thrash tedesco, Kreator in particolare, ma senza nemmeno disdegnare qualche capatina anche in territori pienamente slayeriani. Un ponte certamente ben saldo sulle proprie influenze primarie, e soprattutto ben prodotto e suonato. Ma cos’è che allora non mi ha convinto? Beh, semplicemente quello manca sono proprio i brani. Sono diversi mesi che ascolto questo “Back To Reality” ma non riesco a ricordarmi un brano che sia uno, e non si riesce affatto a togliere la (brutta) sensazione che la title-track iniziale continui a suonare in loop per tutta la buona mezz’ora di durata del disco. Giusto “Room 101” riesce in qualche modo a distinguersi, più che altro per l’assolo melodico posto nel mezzo. Mi dispiace essere duro con questi Incinerate, ma purtroppo trovo ben poco d’interessante in questo “Back To Reality”, ed anche la loro descrizione come Thrash Death la trovo piuttosto fuorviante, anche se viene ancora oggi appioppata ai Sepultura dei tempi d’oro per descrivere i loro incredibili lavori iniziali. E’ comunque un peccato perché gli Incinerate hanno discrete capacità strumentali, ma sembrano non riuscire ad uscire da schemi e riffs ormai stra-abusati, preferendo rimanere nella loro piacevole confort zone ma senza riuscire a creare brani veramente d’interesse.

Contatti: Facebook
Etichetta: Dead By Dawn Records
Anno di Pubblicazione: 2021
TRACKLIST: 01. Back to Reality; 02. Human Demise Ritual; 03. Internal Distress; 04. Reprisal; 05. Synthetic Blood Plasma Bath; 06. Collective Indoctrination; 07. Room 101; 08. Terror Triangle; 09. Corporate Genocide
Durata: 34:12 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.