INTERVISTA FORNACE – Sirol

Dopo averne recensito il valido esordio “Pregnant Is The Night”, Hypnos Webzine torna ad ospitare i torinesi Fornace. Ecco il resoconto della chiaccherata con il chitarrista ritmico Sirol.

Ciao Sirol, ti chiedo subito di raccontarci come e quando sono nati i Fornace.

Sirol: Ciao, grazie per lo spazio a noi concesso nella Webzine. A questa domanda posso risponderti per “sentito dire” visto che sono nel gruppo solo da tre anni. I Fornace nascono nel 2000 per mano di Possessed (basso) e Gnoll (batteria, voce), e nel corso di questi tredici anni pubblicano tre demo-tape: “Highest Towers” nel 2002, “The Man Who Wanted To Change The World” nel 2005 e “The Awakening” nel 2008.

Nonostante gli oltre dieci anni di attività, siete riusciti solo ora a rilasciare il vostro primo full-length, “Pregnant Is The Night”. C’è qualche motivo particolare dietro a questa lunga attesa?

Sirol: Il motivo principale dietro questa attesa sono stati i numerosi cambi di line-up che ci sono stati in questi anni. Questo è un fattore che rallenta molto le prospettive di un gruppo e fa sì che ci siano dei ritardi nella tabella di marcia. Attualmente c’è una formazione stabile e che funziona bene, e questo ci permette di poter lavorare ai pezzi e di entrare in studio con più frequenza.

Anche la pubblicazione di “Pregnant Is The Night” è stata un pò travagliata. Tutti questi ritardi e contrattempi vi hanno permesso di realizzare un lavoro che vi soddisfa pienamente o, con il senno di poi, cambiereste qualcosa?

Sirol: Diciamo che è stato molto lungo il processo di registrazione e di mixaggio dell’album, cosa che l’ha reso molto perfezionistico, forse anche troppo per ciò che si voleva ottenere a livello di suoni e, di conseguenza, a livello di atmosfera che abbiamo cercato di ottenere. Sono stati fatti degli errori ma sicuramente non saranno più commessi nelle future uscite del gruppo.

Nel vostro suono confluiscono, su di una base tipicamente Black, qualche venatura Thrash e parti più rallentate al limite del Doom. Ci sono band che ritenete vi abbiano influenzato? come si sta evolvendo la vostra musica?

Sirol: In questo primo album tutto è molto Black Metal old school, con certe venature Thrash o Doom in alcuni pezzi. Nel periodo che è trascorso dalle registrazioni, e quindi dalla scrittura di nuovi pezzi per una nuova uscita, il suono si è parecchio evoluto virando verso un Black Metal in un certo senso più freddo. I nostri pezzi sono influenzati da gruppi come Horna, Peste Noire, Satanic Warmaster, Denial Of God, e si cerca di integrare tutte le nostre idee mantenendo sempre un certo tipo di ottica e di purezza a livello del genere. Per noi il Black Metal è questo…

A livello di testi quali sono invece le vostre fonti d’ispirazione? Avete una tematica che più delle altre vi affascina?

Sirol: I testi del primo album sono stati scritti quasi tutti dalla cantante Morrigan, e trattavano di paganesimo pangermanico. Attualmente ho preso io il ruolo di “poeta” del gruppo e i testi trattano di esoterismo e di fatti molto introspettivi.

Per supportare l’uscita di “Pregnant Is The Night” avete fatto qualche concerto? Come sono stati accolti i nuovi brani?

Sirol: Abbiamo fatto un concerto allo United Club il 20 aprile per supportare l’uscita del disco. Abbiamo avuto la fortuna di condividere il palco con Imago Mortis e The True Endless, due gruppi che meritano sicuramente il supporto. Il riscontro è stato positivo dalla parte delle poche persone che pensiamo possano apprezzare la nostra musica…

Per quanto riguarda il futuro, avete già pianificato qualcosa? Dovremmo aspettare ancora così tanto per un nuovo album?

Sirol: Siamo entrati in studio di registrazione per registrare il secondo album a inizio aprile; prenderemo il tutto molto con calma e senza fretta. Attualmente gli unici progetti sono questi.

Questa era l’ultima domanda, ti ringrazio per il tempo dedicatoci e ti lascio l’ultima parola.

Sirol: Grazie a voi per lo spazio dedicatoci. I Fornace ringraziano.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.