INTERVISTA NIR’UM’TUK – ‘N’

Ospitato poco tempo fa con il suo interessante EP di debutto “Revering This New Chaos”, Hypnos Webzine non si è lasciata sfuggire la possibilità di intervistare ‘N’, mastermind del progetto Nir’um’Tuk.

Ciao ‘N’. Partiamo dall’inizio. Perché hai sentito il bisogno di creare il progetto Nir’um’Tuk e qual’era il tuo principale obiettivo?

‘N’: Ciao Iconoclasta! Dal 2004 ho suonato la batteria in varie metal band, ed ero stanco… di suonare solo questo strumento. Da tempo mi ero avvicinato alla chitarra, al basso e alla tastiera, quindi il bisogno di creare qualcosa per conto mio è nato in modo del tutto naturale. Per questo motivo il mio obiettivo è piuttosto semplice: creare un mio universo musicale, esattamente come piace a me, senza dover scendere a compromessi con nessuno.

C’è una ragione particolare dietro alla scelta del nome Nir’um’Tuk? Cosa significa?

‘N’: Non vuol dire niente. Mi piaceva soltanto la sua sonorità (si pronuncia “nee-room-took”) e la sua scrittura.

Dato che in Nir’um’Tuk sei aiutato da Asphodel, in che modo nascono i brani? Perché hai deciso di non occuparti dei testi? Pensi che Asphodel riesca a cogliere le emozioni che vuoi esprimere attraverso la musica?

‘N’: Per prima cosa creo la base strumentale, poi ne do una versione demo ad Asphodel in modo che possa calarsi nell’atmosfera dei brani mentre scrive i testi. Lascio tutti in mano a lei, in piena libertà. Abbiamo lavorato così per tutto ciò che abbiamo fatto finora, e penso che continueremo sempre in questo modo. Per quanto riguarda il motivo per cui non mi occupo dei testi, è molto semplice: sono negato! (ride). Non posso fare tutto da solo, non sono veramente in grado di scrivere dei testi. Riesco ad esprimere me stesso solo e soltanto attraverso la musica. Asphodel non è comunque stata scelta a caso. Dato che è mia moglie, nessuno può capire meglio quello che voglio esprimere con la musica.

“Revering This New Chaos” sembra presentare sia l’influenza dei primi Emperor, Satyricon e Dimmu Borgir sia un certo influsso di Celtic Frost e Bathory. Cosa ci puoi dire delle tue influenze musicali? Ci sono band o lavori che ritieni siano stati essenziali per l’evoluzione della tua musica?

‘N’: L’influenza principale è chiaramente quella dei grandi classici del Black Metal di scuola norvegese. Non saprei sceglierne uno in particolare, perché sono veramente troppi. D’altro canto, non posso realmente dire di sentire l’influsso di Celtic Frost e Bathory, ma capisco cosa intendi, perché effettivamente sono anche un fanatico del Thrash, e c’è sempre un po’ della sua presenza in quel che compongo, anche se a volte è solo marginale. Penso che parte del mio universo musicale contribuisca a dare quel tocco old school a Nir’um’Tuk.

Dato che ci sono alcuni guest nell’EP, pensi che ci potrà mai essere un concerto di Nir’um’Tuk?

‘N’: Sto cercando di mettere insieme una line-up da un paio d’anni. Per il momento ho abbandonato l’idea di trovare un batterista, ma intendo comunque portare sul palco il caos di Nir’um’Tuk con l’aiuto di due chitarristi, due fanatici del Thrash con cui suonavo nella mia prima band, e di un tastierista (Fraz, che tra l’altro si è occupato dell’artwork e del logo) che stanno imparando i pezzi. Io invece mi occuperò del basso e della voce, mentre per la batteria… niente paura, non sarà uno scadente beat-box, ma sample di alta qualità. So che non è la stessa cosa ma, come ho detto, al momento non possiamo fare di meglio. Insomma, spero proprio che riusciremo a fare almeno un concerto nel 2014

Passando ai tuoi progetti futuri, hai già pianificato qualcosa? Hai già iniziato a scrivere del nuovo materiale?

‘N’: Si! Abbiamo scritto e registrato il nostro secondo EP, “And Then You DIE!”. Manca ancora la masterizzazione, che verrà fatta entro poche settimane, ma siamo già orgogliosi del risultato. “And Then You DIE!” conterrà cinque pezzi (compresa una cover dei primi Sepultura) molto più oscuri, pieni d’odio e tormentati di quelli presenti in “Revering This New Chaos”. Anzi, potete già distruggervi le orecchie con due tracce presenti sul nostro myspace e nella nostra pagina facebook. Ora stiamo lavorando (intendo Fraz e Asphodel, tutto quello che faccio io è dare oridini – ride) sull’artwork e allo stesso tempo sto cercando di entrare in contatto con qualche etichetta… Non è la parte che preferisco, ma vorrei veramente avere una migliore visibilità con questo nuovo lavoro.

Grazie per il tuo tempo, lascio a te l’ultima parola.

‘N’: Grazie a te e ad Hypnos Webzine per aiutarci a diffondere il nostro caos primitivo tra la feccia umana!!!

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.