KING BONG
“PINNG Or The Underwater Adventures Of A Young Cthulhu”

Un’unica traccia strumentale nella quale riversare tutto il proprio amore per il Doom, lo Stoner e la Psichedelia più acida, ecco cosa è contenuto in questo EP dall’ alquanto strambo titolo di “PINNG Or The Underwater Adventures Of A Young Cthulhu” proposto dal trio milanese King Bong. Forti di una collaudata line-up composta dal chitarrista Andrea Ferrari, dal bassista Alberto Trentanni e dal batterista Teo HeavyDrum Ravelli, i King Bong sono in attività dal 2008 e nel corso di questi anni non si sono certo risparmiati tra importanti esibizioni live, anche di spalla a nomi blasonati come Karma To Burn e Stoner Kebab, e ben tre full-lenght, l’ultimo dei quali, “Space Shanties”, uscito nel 2012.

Definito dalla stessa band come “la perfetta colonna sonora di un film di Guillermo Del Toro”, questo “PINNG” è un lungo e labirintico viaggio suddiviso in nove movimenti, nel quale, tra riffoni di pura tradizione Doom Black Sabbath (“I. The Great Coral Riff”), trip psichedelici (“III. Bloop”) e Stoner Rock dalla forte matrice Blues, i King Bong danno proprio l’idea di essere una band davvero abile nel riuscire a tenere i piedi in più scarpe, muovendosi in maniera molto disinvolta tra un genere e l’altro. E’ inoltre importante sottolineare come l’intera traccia sia stata registrata completamente in presa diretta, conferendo a questo “PINNG” un’accattivante atmosfera retrò. L’unico piccolo difetto dell’EP, ma che in fondo riguarda un po’ anche la maggior parte di queste enormi suite, è che non sempre il passaggio ad un nuovo movimento avviene in maniera fluida. A parte questo, “PINNG Or The Underwater Adventures Of A Young Cthulhu” è davvero un ottimo lavoro che gli amanti dello Stoner più acido e psichedelico non possono lasciarsi scappare.

BRIEF COMMENT: “PINNG Or The Underwater Adventures Of A Young Cthulhu” is a long single track EP by italian trio King Bong. Divided in nine movements, the band put in this record all its love for Black Sabbath, bluesy Stoner Rock and Psychedelic cosmic trip. Although some of the passage from a movement to another seem to be quite forced, King Bong demonstate their ability to manage different music styles, giving birth to a very interesting release.

Contatti: Facebook
Etichetta: Mother Fuzzer Records
Anno di Pubblicazione: 2014
TRACKLIST: 01. PINNG Or The Underwater Adventures Of A Young Cthulhu (I. The Great Coral Riff; II. Lophius Budegassa; III. Bloop; IV. The Beast’s Bottomless Ballroom; V. Islands; VI. Garden Of The Mystical Burighé; VII. Islands Reprise; VIII. Open Waters; IX. The Unholy Rises)
Durata: 35:45 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.