LIVE REPORT – GODSPEED YOU! BLACK EMPEROR featuring THE HOLY BODY TATOO
Auditorium Conciliazione (Roma) – 14/10/2017

Onestamente non sono mai stato un fedelissimo seguace dei canadesi Godspeed You! Black Emperor, sebbene “F# A# ∞”, il loro disco che conosco meglio, sia un lavoro veramente notevole. I loro album sono dei veri e propri viaggi sonori, in cui è necessario immergersi completamente per poterne apprezzare le infinite sfumature presenti. Tuttavia, quando sono venuto a sapere prima di questa estate di un loro concerto nell’ambito del sempre più ricco Romaeuropa Festival, in formazione completa ed originale, e per di più piuttosto vicino a casa mia, non ho esitato a comprare immediatamente i biglietti. Quello che pero’ non mi aspettavo era che questo concerto intitolato “Monumental” fosse in realtà una fusione tra danza contemporanea, con l’incredibile contributo dei The Holy Body Tatoo, e la musica eseguita dal vivo dalla band canadese. La scena era ovviamente tutta per i danzatori, mentre i musicisti erano relegati indietro, in posizione elevata rispetto al palco, e seminascosti da un sottile telo nero semitrasparente. Come dire, non siamo noi il centro dell’attenzione, siamo solo un supporto sonoro. Lo spettacolo e’ durato circa settantacinque minuti e, pur non essendo certo un critico di danza contemporanea, devo dire di aver apprezzato molto l’intero evento. Si vede sin dai primi minuti che nulla e’ stato lasciato al caso e che l’interazione tra musica e danza ha subito un lungo periodo di preparazione, che ha comportato anche diverse modifiche alla stessa musica dei Godspeed You! Black Emperor. Però, nonostante tutto, la componente emotiva/emozionale della loro musica e’ arrivata perfettamente a bersaglio, con l’accelerazione di “The Sad Mafioso”, movimento tratto da “East Hastings”, in cima ai passaggi che mi hanno maggiormente colpito. Ovviamente, bravissimi anche i nove danzatori, il cui compito era quello di rappresentare la psiche nascosta degli esseri umani, rappresentandone le ansie, i tic nervosi, ma anche l’abbandono estatico e l’amore profondo che possiamo provare. Quindi, non stupisce affatto l’abbinamento con la musica dei Godspeed You! Black Emperor, la cui mutevolezza e capacita’ di uscire da qualsiasi tipo di codificazione, e’ ormai da anni conclamata e venerata a livello internazionale. Che altro dire, se non che questo spettacolo e’ stato un qualcosa di veramente indescrivibile. Peccato che la band sia praticamente fuggita ad esibizione conclusa, lasciando tutti gli applausi al gruppo dei ballerini del The Holy Body Tatoo. Una piccola precisazione, la scaletta che trovate a fine articolo e’ stata direttamente presa dal sito setlist.fm a causa del mia non completa preparazione sul repertorio dei canadesi. Non ho controllato in dettaglio, ma mi sembra piuttosto affidabile.

SETLIST: Anthem For No State, Part I; Unknown [New Song]; Kicking Horse On Broken Hill; String Loop Manufactured During Downpour [Played From Tape]; Divorce & Fever [Played From Tape]; Bosses Hang, Pt II; Dead Metheny; Unknown [New Song]; The Sad Mafioso; Asunder, Sweet; Piss Crowns Are Trebled; The Dead Flag Blues [Played From Tape]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.