MAYHEM
“Esoteric Warfare”

Parliamoci chiaro, credete veramente che sarebbero stati versati così tanti fiumi d’inchiostro per “Esoteric Warfare” se non avesse quel logo in copertina? Io dico di no e, badate bene, non si tratta di stupida spocchia da nostalgico incallito o di avercela con i Mayhem per un presunto tradimento dei dettami del Black Metal, tanto è vero che lo stesso discorso potrebbe essere fatto per molte altre band, quanto piuttosto di trovare irritante l’atteggiamento acritico imperante in buona parte degli addetti ai lavori, come se elogiare l’ultima uscita di una band storica fosse un atto aprioristicamente dovuto e non invece un merito da guadagnarsi sul campo. Perché l’album potrà anche piacere sinceramente, ma troppo spesso i toni usati in queste lodi sperticate sembrano degni del più servile cinegiornale dell’Istituto Luce. Che poi, a volerla dire tutta, “Esoteric Warfare” non è neanche la peggiore release dei norvegesi (per quella basta rivolgersi all’imbarazzante “Ordo Ad Chao”, ovviamente osannato all’epoca della sua uscita), anzi si assesta sui livelli del discreto “Chimera”, sembrando in effetti un innocuo incrocio tra quest’ultimo e “Grand Declaration Of War”, del quale non riesce però a carpire quell’eclettismo che conferiva ai suoi brani un minimo di interesse. Perdersi in infinite e tediose elucubrazioni mentali cercando di capire quanto tutto ciò sia attribuibile all’abbandono di Blasphemer è però francamente un puro esercizio onanistico, perché la verità di fondo è sempre quella accennata poc’anzi: se questo lavoro fosse uscito sotto un altro monicker sarebbe stato accolto nella pressoché più totale indifferenza perché, a prescindere da quanto sostenuto dai fan più incalliti o dai detrattori più aspri, “Esoteric Warfare” non è né una ciofeca clamorosa né un’uscita imperdibile. Semplicemente è un album come tanti altri, con dalla sua l’innegabile fortuna (o peso, a seconda dei punti di vista) di portare un tale nome sulla copertina.

BRIEF COMMENT: Though it’s way better than “Ordo Ad Chao”, indeed seeming to merge some elements of “Grand Declaration Of War” and “Chimera”, “Esoteric Warfare” is nothing more than an average album like many others, whose only luck is to have Mayhem‘s logo printed on it.

Contatti: Sito Ufficiale
Etichetta: Season Of Mist
Anno di pubblicazione: 2014
TRACKLIST: 01. Watchers; 02. PsyWar; 03. Trinity; 04. Pandaemon; 05. MILAB; 06. VI.Sec.; 07. Throne Of Time; 08. Corpse Of Care ; 09. Posthuman; 10. Aion Suntelia
Durata: 47:21 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.