MEMBARIS
“Entartet”

A due anni di distanza dal complesso “Grenzgänger”, i tedeschi Membaris ritornano nuovamente sulle scene, e sempre sotto la ARTicaz, con questa nuova opera intitolata “Entartet”, un lavoro che metterà sicuramente a dura prova anche i loro followers più accaniti. Infatti, il gruppo tedesco, pur mantenendo i piedi ben saldi nelle loro radici Black Metal, si lancia a piena velocità nella costruzione di brani estremamente cervellotici e dall’alto tasso tecnico.

Sebbene l’opener “Sterblichkeit” inganni temporaneamente l’ascoltatore con il suo attacco melodico e malinconico, il brano cambia rapidamente e schizofrenicamente atmosfere e tempi, passando da assalti furiosi a rallentamentamenti al limite del Doom. Da qui in poi i Membaris danno completo sfoggio della loro inventiva e tecnica strumentale, costruendo tracce decisamente non convenzionali ed in continua evoluzione. Purtroppo, tutto questo ha dalla sua un risvolto negativo che è quello della fruibilità. Infatti, nonostante siano sei mesi o più che mi dedico all’attento ascolto di questo “Entartet”, è sempre molto difficile riuscire ad arrivare a fine disco, la cui durata supera abbondantemente l’ora, perdendo spesso il filo che tiene insieme i singoli brani. E’ giusto che la band non voglia rimanere invischiata negli stilemi del genere, però è innegabile che spesso il troppo o l’abbondanza possono creare dei problemi. Personalmente continuo a ritenere “Into Nevermore” la summa della loro discografia, il giusto compromesso tra passato e presente, influenze e personalità. Tuttavia, nonostante le difficolta di ascolto di questo quarto lavoro in casa Membaris, sono presenti alcuni brani che farebbero invidia agli Emperor di “IX Equilibrium”, ricchi come sono di riff e assoli di chitarre. “Strömungen” è sicuramente il brano che più ho apprezzato, soprattutto per i suoi malefici rallentamenti posti a metà traccia, così come gli accordi dissonanti della title-track mostrano, se mai ce ne fosse ancora bisogno, il talento di una band che è sicuramente sopra la media.

BRIEF COMMENT: The come-back of German Black Metal band Membaris is a step forward to a new complex and tangled musical direction, in which every track is literally filled of intricated riffs and changing atmospheres. I retain that the assimilation of the album is a long process, and often it’s been quite difficult to reach the end of the record. “Entartet” is an album that requires a lot of attention and patience, but, at the same time, it can give many unexpected moments of music.

Etichetta: ARTicaz Records
Anno di Pubblicazione: 2012
TRACKLIST: 01. Sterblichkeit; 02. Monotonkrieger; 03. Strömungen; o4. Entartet; 05. Schoß Der Freiheit; 06. Midas; 07. Auszüge Aus Dem Tagebuch Des Steineziehers; 08. Ein Zustand In Der Ferne
Durata: 70:24 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.