NAPALM CHRIST
“Demo 2013”

Proveniente dalla piccola cittadina di Little Rock, situata nello stato dell’Arkansas, questo quartetto americano chiamato Napalm Christ sembrerebbe essere nato dalla fusione di due band attive della zona. Infatti, se il bassista e vocalist Alan Wells, insieme al chitarrista Mountain Mike Lawrence, provengono da una band Sludge/Doom chiamata Shitfire, il batterista David Sroczynski e l’altro chitarrista/vocalist Kiffin Rodgers suonarono insieme per parecchi anni nei Shredded Corpse, progetto Death/Grind con all’attivo ben due full-leght e svariati demotape. Da questa messa in comune di generi in apparenza molto distanti, prende vita il progetto attuale dei Napalm Christ, che nel giugno di questo anno ha rilasciato questa tape intitolata semplicemente “Demo 2013”.

Da quanto è possibile intuire da questo mio cappello introduttivo, i Napalm Christ cercano di trovare una via comune tra un Death Metal veloce e piuttosto lineare, costituito da riff suonati quasi sempre con il tremolo picking, ed un Doom fangoso ma dotato di inaspettati sprazzi malinconici. Se la tecnica è indubbio che sia dalla parte della band, con una sezione ritmica precisa e solida e le vocal molto incisive, il risultato finale tuttavia non lascia affatto soddisfatti. Il continuo oscillare di ogni singola traccia tra momenti più aggressivi e rallentamenti ossessivi da autostrada Salerno-Reggio Calabria non riesce mai a portare ad una vera fusione tra i due generi, tanto che la stessa costruzione dei brani sembra essere più formata da un meccanico incastro di riff piuttosto che da una reale ispirazione, mancando pure in fluidità di esecuzione. Un brano che possiamo prendere da esempio è “Nuclear Holy War”, nel quale la band infila uno dietro l’altro una caterva di stili diversi, senza però riuscire ad amalgamarli. Death Metal sparato, una sequenza di twin guitar in tapping, un riff molto Black Metal, una bella cavalcata dal sapore Heavy che sfocia in un break con ripartenza in pieno territorio Doom, con uno stile vicino ai primi My Dying Bride. Giusto per non farci mancare niente, i Napalm Christ piazzano pure una breve scheggia sonora di Death/Grind nella traccia successiva. Un altro aspetto che sicuramente penalizza la band è senza dubbio la produzione, veramente troppo rifinita, con il basso troppo nascosto ed un batteria poco valorizzata.

Insomma, un esordio non proprio brillante questo della band americana, che deve fare i conti con uno stile ancora tutto da rifinire. Non basta la sacrosanta buona volontà per unire in qualche modo dei generi diversi, ma bisogna riuscire a creare una reale amalgama, pensiamo solo a quello che riuscirono e riescono ancora a fare gli Incantation. Quello si che è vero e proprio Doom/Death. Insomma, non voglio essere troppo duro con i Napalm Christ, ma è chiaro che la band ha ancora molto da lavorare in questo ambito se vuole veramente crescere sotto il profilo compositivo. Insufficienti.

BRIEF COMMENT: This demo-tape, simply named “Demo 2013”, comes from an american quartet called Napalm Christ. In this debut, the band tries to mix a fast and linear Death Metal with recurring breakings typical of Doom. Unfortunately, the final result is not very successfull, because these different styles remain too separated, not creating a real personal sound. Also the production isn’t very helpful for the band, because it takes off some of the power expressed by the band. So, Napalm Christ has still to work to define and personalize their style.

Etichetta: Self-released
Anno di Pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Idols Of Evil; 02. Life Is Dimming; 03. Reclaimed By The Earth; 04. Nuclear Holy War; 05. Despoilment Of Will; 06. Burning Away The Scourge
Durata: 33:26 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.