NASTY SURGEONS
“Exhumation Requiem”

Nipotini bastardi dei Carcass. Potrei tranquillamente non aggiungere altro e chiudere qui la recensione, avendo la certezza di avere già inquadrato e descritto nel migliore dei modi il debutto di questo giovane quartetto spagnolo che risponde al nome di Nasty Surgeons. Eppure, se ci si ferma ad ascoltare con maggiore attenzione i dieci brani proposti in questo “Exhumation Requiem”, non sono nemmeno così rari ed ininfluenti dei rallentamenti e dei passaggi più melodici che vanno a pescare a piene mani nella migliore tradizione del Death di matrice svedese. Certo, i Carcass e i loro diretti discendenti come Exhumed e Impaled, ma mettiamoci anche i primi Haemorrhage visto che siamo in Spagna, sono senza alcun dubbio la fonte di ispirazione primaria per i Nasty Surgeons, con il pedale dell’acceleratore sempre ben premuto per tramandare in piena coerenza il sacro verbo del Grind Death. Però, è altresì vero che la band spagnola cerca di differenziarsi in piccole cose, sfruttando soprattutto sia i passaggi più cadenzati che la parte solistica, in cui viene evitato il classico assolo schizzato atonale in favore dell’utilizzo di poche note cariche di delay ma capaci di creare una atmosfera post-apocalittica ricca di tensione. La stessa produzione è inoltre ben lontana dalla macelleria sonora dei già citati Carcass o dei primi Exhumed o Haemorrhage, dal momento che si è preferito puntare su di un suono bello muscolare e perfettamente levigato, che concettualmente si avvicina maggiormente alla tradizione di scuola svedese. In conclusione, non aspettatevi chissà che innovazione da questi quattro ragazzotti provenienti da Burgos, ma per chi ama alla follia il classico sound di Bill Steer&co., questo “Exhumation Requiem” si rivelerà esser senza alcun dubbio un’ottima rivisitazione.

BRIEF COMMENT: Clearly inspired by Carcass, this debut full length by Nasty Surgeons entitled “Exhumation Requiem” is a morbid and putrid journey into Grind/Death in which the Spanish band has successfully avoided a derivative songwriting by adding some good ideas. Surely worth a listen if you are into the genre.

Contatti: Facebook
Etichetta: Xtreem Music
Anno di pubblicazione: 2017
TRACKLIST: 01. The Resurrectionists; 02. The Creation Of The Monstrosity; 03. Human Flesh Is Also Food; 04. Antemortem Dissection; 05. Autopsy’s Protocol; 06. Nasty Surgeons; 07. Ode To Bad Taste; 08. Burnt With Sulfuric Acid; 09. Devoured Alive; 10. Exhumation Requiem
Durata: 40:05 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.