NEBRUS
“Twilight Of Humanity”

La voce femminile ha svolto nella maggior totalità dei casi un ruolo da “antagonista” in ambito Black Metal, nel senso che il suo utilizzo è stato incentrato su timbriche eteree e sognanti da contrappore agli scream più disparati. Sono poche le eccezioni che sfuggono a questa regola, e di sicuro uno dei migliori esempi di scream al femminile lo troviamo proprio in casa nostra con Cadaveria, la storica ex-vocalist degli Opera IX, ora alla guida del suo omonimo progetto. Oppure, andando fuori dal metal, come non pensare ai vocalizzi blasfemi e maligni della “Serpentessa” Diamanda Galas. Tutto questo cappello introduttivo è necessario per introdurre questa giovane band toscana chiamata Nebrus, composta proprio da una vocalist, Noctuaria, e dal tuttofare Mortifero. “Twilight Of Humanity” è il loro debutto, un professional cd-r molto ben curato e con tanto di booklet contenente tutte le lyrics del disco.

Dopo una oscura intro composta da Noctuaria, tocca ad “I Am The Beast” il compito di introdurre l’ascoltare nell’oscuro mondo dei Nebrus. Poche note arpeggiate di chitarra distorta aprono la traccia con un incedere molto doom, che poi esplode in un bel riff gustosamente darkthroniano sul quale troneggiano gli screaming di Noctuaria. Il brano poi sfocia in un chorus a dir poco fantastico, con la voce di Noctuaria che si apre ad un litania in voce pulita assolutamente fantastica. Nel proseguo del pezzo sono inoltre presenti diversi bridge schizzati con dei vocalizzi striduli, stile strega di Biancaneve, che confesso di aver necessitato di diverso tempo per digerirli. “Triumph Of Death” rallenta i tempi, ma il risulta è comunque fantastico, e le linee vocali sono ancora una volta azzeccatissime. Il successivo “The Weight Of Knowledge” è forse il brano che più di tutti mostra la vera personalità della band. Infatti, il gruppo propone delle sonorità che sono metal, ma che allo stesso tempo, forse complice i vocalizzi malati di Noctuaria, richiamano alla mente del dark punk anni ’80. Dopo questo exploit, il lavoro inizia purtroppo a prendere una piega piuttosto discendente. “Praise Of Madness” con i suoi suoni acidi e dissonanti non convince pienamente, così come la successiva “Nightwolf’s Gaze” e la fangosa “Litany Of Misantrophy” non riescono a reggere il confronto con quanto proposto dal duo in precedenza. Per chiudere il demo, i Nebrus utilizzano una cover del Conte, la strafamosa “Black Spell Of Destruction”. A livello musicale, Mortifero compie un buon lavoro nel ricreare le atmosfere originali del pezzo, mentre a livello vocale, purtroppo Noctuaria fallisce l’obiettivo di rendere personale questa interpretazione.

Un gruppo sicuramente da supportare e seguire con attenzione questi Nebrus. Sebbene il loro esordio “Twilight Of Humanity” risulti ancora piuttosto acerbo (soprattutto nella seconda metà del disco), brani come “Triumph Of Death” o “The Weight Of Knowledge” mostrano invece una grossa personalità e coraggio anche di andare oltre il classico Darkthrone sound. Toppare qualche brano su un esordio è possibilissimo, soprattutto considerando che per Noctuaria questa è la sua prima prestazione dietro un microfono. Comunque sia, buona la prima, sperando che la band non ci faccia aspettare a lungo per dare un seguito a questa release, e che le mie aspettative non risultino deluse.

BRIEF COMMENT: Nebrus are an italian duo from Massa, Tuscania, formed by the particular voices & litanies from the vocalist Noctuaria & the old school Black Metal riffings of its mastermind Mortifero. Althought “Twilight Of Humanity” results to be their first demo and a couple of tracks are unconvincing, denoting a not perfect maturity, it shows a band absolutely worth of to be supported. In fact, songs like “Triumph Of Death” or “The Weight Of Knowledge” manage to keep Nebrus’ sound beyond the classic Darkthrone clone, and in which, the particular vocal interpretation of Noctuaria is a real surplus value.

Etichetta: Obscurus Records Anno di pubblicazione: 2008
TRACKLIST: 01. Intro – Nocturnal Predator; 02. I Am The Beast; 03. Triumph Of Death; 04. The Weight Of Knowledge; 05. Praise Of Madness; 06. Nightwolf’s Gaze; 07. Litany Of Misanthropy; 08. Black Spell Of Destruction (Burzum cover) Durata: 41:15 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.