NECROPOLI
“I”

Dalle profondità oscure della nostra capitale emerge un’altra catacombale, oltre che interessantissima, realtà musicale. Sto parlando del terzetto romano Necropoli, che debutta in modo del tutto indipendente con questo lavoro intitolato semplicemente “I”. Il nucleo centrale del progetto è costituito dai chitarristi Rodolfo Baroni e Dario Fabiani, quest’ultimo impegnato anche alla voce, basso, synth e programmazione. Ad aiutare il duo nella registrazione di questo “I” è presente anche il vocalist della band georgiana Ennui, David Unsaved, autore di una prova vocale assolutamente incredibile. Attualmente la band pare sia rimasta un duo, orfana di Rodolfo Baroni, ma con l’arrivo di un drummer in pianta stabile che risponde al nome di Francesco Romano. Questa è in sintesi la breve storia del gruppo, che con questo “I” irrompe pesantemente nel panorama Death italiano grazie ad un debutto in cui il duo Baroni/Fabiani mostra un modo di intendere il Death molto personale ed intelligente. Infatti, peculiarità dei nostri romani è quella di mescolare un Death Metal tecnico e brutale ad una matrice Doom soffocante ed opprimente, il tutto contornato da un sottofondo di synth spettrali. A fare da vero e proprio Caronte all’interno di questo inferno metallico c’è David Unsaved e il suo growl pieno e potente.

L’iniziale “Ashes Of My Soul” è un incredibile biglietto da visita e, allo stesso tempo, un perfetto esempio dello stile dei Necropoli. Il brano è infatti un lungo viaggio tra riff pesanti ed oscuri ma carichi di pathos ed accelerazioni brutali che non lasciano mai scampo. La produzione è buona, con le chitarre che escono molto bene nelle parti più Doom, mentre il mixing si rende piuttosto confuso nelle parti più veloci, nelle quale si rende più evidente la asetticità della drum machine, la cui doppia cassa è stata mixata a mio avviso ad un volume leggermente troppo elevato. Vedremo se in futuro la presenza del nuovo batterista Francesco Romani porterà in dote un suono più naturale. Tuttavia, ad eccezione di questi problemi di autoproduzione, c’è poco altro da rimproverare alla band, se non il fatto che una migliore sintesi in sede di composizione e durata dei pezzi avrebbe forse conferito una maggiore fruibilità al lavoro. Certo, da una parte questo aumenta l’interesse verso il disco (ormai sono tre mesi che lo ascolto), ma dall’altra questa eccessiva ricercatezza potrebbe risultare dispersiva. Certo è che, nonostante tutto , “I” è un lavoro decisamente ottimo che mostra una band i cui limiti artistici sono ancora tutti da scoprire.

BRIEF COMMENT: “I” is an interesting and well realized attempt to create an original and modern Death/Doom album. Indeed Necropoli, an italian duo helped for this occasion by the incredible growling vocals of georgian David Unsaved from Ennui, mixes suffocating and obscure parts with the fury and technicism of Death Metal, surrounding everything with an ecletict use of synths and electronics.

Contatti: Bandcamp
Etichetta: Self-released
Anno di Pubblicazione: 2014
TRACKLIST: 01. Ashes Of My Soul; 02. Inner Space; 03. A Step; 04. Silence Awaits Me; 05. Curriculum Vitae
Durata: 55:46 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.