NECROWRETCH
“Putrid Death Sorcery”

Se ci si dovesse limitare al titolo di un album per farsi un’idea di quelle che sono le coordinate musicali di un lavoro, allora la scelta di “Putrid Death Sorcery” sarebbe quanto di più appropriato per descrivere la proposta dei francesi Necrowretch, giovane band formatasi nel 2008 e con alle spalle svariate uscite, tra demo ed EP, che hanno saputo attirare l’attenzione di un’etichetta come la Century Media grazie a una capacità compositiva che già lasciava intravvedere tutto il potenziale sfoderato in questo loro primo full-length.

Negli oltre 35 minuti di questo “Putrid Death Sorcery”, il duo transalpino declino infatti in tutto le sue forme un old school Death Metal putrido e mortifero che tanto deve a band leggendarie del calibro di Merciless e Grotesque, sempre tenendo a mente la lezione impartita dai Death con “Scream Bloody Gore” e non disdegnando qualche incursione nei territori Black/Thrash tanto cari ai primi Sepultura e Sarcófago. Quel che ne viene fuori è un album che non dà scampo, tirato dall’inizio alla fine e costruito su un riffing potente e senza inutili orpelli, in grado di intrappolare l’ascoltatore nelle sue trame perfettamente ordite con l’aiuto di un basso sempre pronto a incupire ulteriormente il suono e di una batteria che non si risparmia nel martellare pattern tritaossa, il tutto impreziosito da una voce marcia, putrida e mefitica che sembra arrivare direttamente dall’oltretomba e da una produzione che, pur mantenendo una patina quasi retrò, riesce a mettere perfettamente in risalto i vari strumenti. Difficile trovare quindi anche un solo punto debole o un calo lungo tutte le undici tracce del disco, sempre ben oltre la media e tra le quali spiccano per bellezza e incisività “Ripping Soul Of Sinners”, “Soiled Into A Crypt” e la title-track, che permettono a questo debutto di non incappare nella ripetitività che talvolta affligge questo genere e di ritagliarsi un posto di tutto rispetto nell’affollato panorama estremo contemporaneo. “Putrid Death Sorcery” è insomma un lavoro assolutamente da ascoltare e che va ben al di là di quanto sia lecito aspettarsi da un disco d’esordio, tanto che soddisferà non solo i nostalgici o i semplici ascoltatori occasionali, ma anche i palati più esigenti.

BRIEF COMMENT: “Putrid Death Sorcery”, a very fitting title to describe Necrowretch‘s first full-length, is an astonishing album that perfectly combines old school Death Metal riffs and Black/Thrash patterns, creating a ferocious and crushing wall of sound. A must have for every fan of extreme in music.

Etichetta: Century Media Records
Anno di pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Ripping Soul Of Sinners; 02. Purifying Torment; 03. Goat-Headed; 04. Putrid Death Sorcery; 05. Impious Plague In Catacombs; 06. Spewed From Hell; 07. Defiler Of Sacrality; 08. The Anthropomancer; 09. Soiled Into A Crypt; 10. Necrollections; 11. Repugnizer
Durata: 35:44 min.

Autore: Iconoclasta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.