NERATERRÆ
“The NHART Demo[n]s”

Dopo l’ottimo album d’esordio del solo project La Tredicesima Luna, autore d’un affascinante Dark Ambient dai toni fiabeschi, passiamo a parlare di una altra realtà nostrana sulla carta decisamente interessante, i Neraterræ. Dietro questo monicker altrettanto evocativo, si cela anche in questo caso un’unica mente che risponde al nome di Alessio Antoni. Sebbene “The NHART Demo[n]s” sia a tutti gli effetti l’esordio discografico del progetto, tra l’altro disponibile gratuitamente al download su Bandcamp, in realtà i brani in essi contenuti provengono da tre diversi demo mai pubblicati, registrati tra il 2009 ed il 2010 sotto il nome Nhart. Possiamo quindi vedere questo lavoro come una sorta di antologia, o meglio ancora un percorso sonoro, che Alessio ha percorso nel corso di questi ultimi anni. In effetti, le differenze tra i diversi demo qui proposti son piuttosto marcate, poiché si passa dal Noise Industrial dei primi cinque brani, dove dominano suoni inumani e meccanici, ad un Ambient dai toni più rilassati, per non dire malinconici (“Rainroom [Rework]” e “Eternal Travel [Rework]”), che ricorda gli Ulver quando si sono cimentati nelle colonne sonore, fino ad arrivare al Dark Ambient tinto di sinistri effetti elettronici degli ultimi due brani. Difficile avere un quadro effettivo che permetta di comprendere a cosa corrisponda effettivamente il progetto Neraterræ, visto che queste sono vecchie registrazioni a cui Alessio ha dato sicuramente una ripulita in fase mixaggio e produzione, ma se devo proprio esprimere una mia preferenza ho apprezzato maggiormente la seconda parte del disco, nella quale esce fuori un suono più umano e sentito. La già citata coppia “Rainroom [Rework]”“Eternal Travel [Rework]” è formata da tracce veramente belle, dove le sottili asprezze Industrial che appaiono e spariscono sono un valore aggiunto ai brani. Ma anche le conclusive “Deeper Down”, che sembra descrivere una palude melmosa immersa nella nebbia, e “Memory Lapse [Rework]”, pezzo più canonico come suoni ma anche dotato di atmosfere vagamente futuristiche, sono effettivamente di buona fattura. Non ho molto altro da aggiungere, questo “The NHART Demo[n]s” dimostra effettivamente che Alessio è un manipolatore sonoro decisamente talentuoso, perciò ora bisognerà effettivamente capire quale direzione intenderà prendere con questo progetto.

BRIEF COMMENT: Even thought it’s the debut release by the Italian solo project Neraterræ, this “The NHART Demo[n]s” is more a sort of anthology of what the mastermind Alessio Antoni did between 2009 and 2010 with his old project Nhart, so nine songs that range from Noise Industrial to Dark Ambient.

Contatti: Facebook
Etichetta: Self-released
Anno di pubblicazione: 2017
TRACKLIST: 01. Ø; 02. Core; 03. End; 04. The Gift Of Blindness; 05. Radicon/Uan B-Rath [Rework]; 06. Rainroom [Rework]; 07. Eternal Travel [Rework]; 08. Deeper Down; 09. Memory Lapse [Rework]
Durata: 24:11 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.