NJIIJN
“Blodiendmas”

Quarto ed ultimo EP della serie avente la medesima cover, “Blodiendmas Or The Deepest Red Of Blood To Be Born”, è quello che più di tutti sembra essere composto da tracce scartate o non completate per la band madre. Infatti, l’opener “Crimsoni Corvaa” con quella clean guitar effettata ricorda molto la stupenda “Saavonlugat” di “Yrg Alms”, sebbene in una condizione molto meno rifinita. Anche la stessa title-track sembra provenire dalle stesse session di quel disco, poiché nonostante un suono più grezzo, cerca in qualche modo di generare un continuo effetto ipnotico. A partire dalla cavalcata iniziale in palm-muting, passando per l’esasperato reiterare del medesimo riff che sfuma poi in una breve coda ambient, l’intero brano sembra essere stato costruito apposta per stordire e disorientare l’ascoltatore. Certamente non è uno dei brani migliori della band, ma vale certamente una ascoltata. In definitiva, un altro EP che vale certamente la pena di ascoltare, anche se forse, ma questa è una mia umile opinione, sarebbe stato meglio prendere il meglio da questi quattro EP, rifinirli un po’ ed imbastire un full-length a nome Njiqahdda.  Ne avremmo certamente giovato tutti.

Contatti: Bandcamp
Etichetta: E.E.E. Recordings
Anno di Pubblicazione: 2010
TRACKLIST: 01. Crimsoni Covraa; 02. Blodiendmas
Durata: 25:56 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.