NJIIJN
“Templii Au Ostryx”

In questo 2011, il progetto Njiijn è quello che più di tutti ha subito un forte ridimensionamento, poiché oltre a questo full-lenght intitolato “Templii Au Ostryx”, il duo ha pubblicato giusto un singolo digitale contente una traccia uscita dalle medesime sessioni di registrazione, denominata “Ruins Of Ostryx” appunto. Questo full-lenght comprende solo tre brani, piuttosto diversi tra loro, ma legati tra di solo da un sottile filo conduttore. Infatti, si ha la forte sensazione che ogni traccia sia una specie di invocazione o rituale magico, e la questione è evidentissima nella conclusiva title-track, una lunga nenia vocale su una base ambient assolutamente minimale e che si protrae per oltre mezz’ora. La prima traccia “▲” è un Black Noise aspro e disturbante, ma che non lesina piccoli sprazzi di melodia. Niente di particolarmente innovativo, ma senza dubbio è la cosa migliore del disco. La successiva “Tiiyuae” mostra un loop di batteria dal sapore tribale, mentre la chitarra distorta esegue in maniera cocciutamente ripetitiva la medesima serie di accordi, immagino con il fine di ricreare una specie tranche meditativa. Poi, a circa metà brano, la melodia di chitarra sia apre con degli accordi pieni, che ha l’unico difetto di durare troppo a lungo. Si giunge così alla mastodontica title-track, che ho già descritto in precedenza il suo particolare andamento, ma di cui non posso che parlarne male. Se proprio avete tempo da dedicare, dateci anche un ascolto, ma vi consiglio vivamente di fermarvi alle prima due tracce, che sono decisamente sufficienti per questo “Templii Au Ostryx”, sicuramente uno dei lavori del progetto meno riusciti a firma Njiijn.

Contatti: Bandcamp
Etichetta: EEE Recordings
Anno di Pubblicazione: 2011
TRACKLIST: 01. ▲; 02. Tiiyuae; 03. Templii Au Ostryx
Durata: 53:26 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.