NJIQAHDDA
“Firmaments And The Upper Air”

Ero molto curioso di poter ascoltare questo “Firmaments And The Upper Air”, poiché consiste di un EP di tre tracce risalenti al 2008, originariamente composti per una release poi cancellata, i cui brani sono stati poi ripresi e nuovamente registrati cinque anni più tardi. Per i più sbadati, ricordo che in quell’anno i Njiqahdda fecero uscire il loro lavoro più famoso, ossia il da me spessissimo citato “Nji. Njiiijn. Njiiijn.”, ed ecco il motivo per il quale mi ero segnato con particolare attenzione la recensione di questo EP. In realtà, basta ascoltare la prima traccia “Oscillion” per capire subito che quei tempi sono decisamente lontani, e che tali brani sono stati fortemente reinterpretati secondo lo stile analizzato su “Serpents In The Sky”. Infatti, “Oscillion” è un mid-tempo stranissimo, con delle docili tastiere in sottofondo, responsabili di quel feeling malinconico di sottofondo, ed una batteria\drum-machine con doppia cassa in primo piano. Il risultato finale è un brano molto intenso, quasi ipnotico oserei direi, che sembra anche portarsi dietro degli umori Newwave. Comunque sia, di Black Metal non c’è assolutamente nulla; quindi, non so se già il duo aveva in mente di fare qualcosa di diverso dal percorso musicale intrapreso, e di esempi in tal caso ne abbiamo visti tanti, o se il risultato di questo “Firmaments And The Upper Air” sia il frutto della rielaborazione di alcune delle idee originali. La successiva “The Five Waves” sembra proseguire sullo stesso stile, per poi alternarsi a passaggi decisamente più vicini ad un certo Black atmosferico, con tanto di parti in scream a supporto e chitarre molto amalgamate ai synth. Forse alla lunga risulta un po’ troppo lungo e diluito, ma per niente disprezzabile per le sue atmosfere. Chiude poi “Old Man Of The Sea”, la traccia che più ha mantenuto il suo retaggio Black, anche se gli arrangiamenti e la produzione la uniformano molto a quanto ascoltato con le due tracce precedenti, e probabilmente la meno interessante del lotto. La batteria è tirata allo spasimo per quasi tutto il tempo, mentre le clean vocals a contrasto sono piuttosto monotone a lungo andare e reggere tutto per venti minuti è molto impegnativo. Insomma, dimenticatevi qualsiasi cosa connessa a “Nji. Njiiijn. Njiiijn.”, poiché quanto contenuto in questo “Firmaments And The Upper Air” è decisamente diverso. Non è nulla di imperdibile, ma una chance alle prime due tracce ritengo sia doverosa darla.

Contatti: Bandcamp
Etichetta: EEE Recordings
Anno di Pubblicazione: 2013
TRACKLIST: 01. Oscillion; 02. The Five Waves; 03. Old Man Of The Sea
Durata: 49:37 min.

Autore: KarmaKosmiK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.